Lazio da record nella banda larga

0
173

 

Lazio regione tecnologica all'avanguardia in Italia. Ancora una volta il rapporto dell’Unione delle Province italiane, presentato alla fine dell’anno, registra l’eccellenza del Lazio tra le regioni italiane per il livello degli investimenti nei settori che permettono lo sviluppo delle tecnologie.

In primo luogo va sottolineata la diffusione della banda larga: nonostante il generale ritardo del Paese, il Lazio è leader nell’accesso ai servizi informatici più veloci: nel 2009 ben il 39.9% dei cittadini è connesso in banda larga, contro il 34,5% della media nazionale. E poi il 94% dei cittadini dispone di un telefono cellulare, il 57,6% possiede un computer (54,3% in Italia) e il 51,5% ha un accesso a internet (47,3% nazionale).

Inoltre, secondo lo studio il Lazio ha investito nel 2009 ben 2,8 miliardi di euro in R&S, pari all’1,7% del Pil, con un livello superiore dello 0,5% della media nazionale (1,2%). E se da un lato  gli investimenti diminuiscono nel settore pubblico (-5,8%) e crescono nel privato (+15,6%) è sempre la pubblica amministrazione a fare la parte del leone con una spesa in ricerca pari al 64% del totale contro il 36% del privato.

Il dato impressiona ancora di più, se si pensa che tali risultati contrastano con il ciclo ecomomico in atto, arrivando nel pieno della crisi economica mondiale che ha investito fortemente anche l’Italia. In particolare il Lazio si segnala per la presenza di numerose istituzioni scientifiche, pubbliche e private: 16 università e 6 istituti di ricerca sul territorio regionale, che danno occupazione a circa 7.800 persone. (5web)

È SUCCESSO OGGI...