Rai, per Carlo Freccero le nomine ai tre TG sono scandalose

Critiche al dg Campo Dall’Orto da parte del consigliere di amministrazione nel corso della sua intervista al Quotidiano Nazionale

0
1782

Non risparmia le sue critiche al dg Rai Campo Dall’Orto il consigliere di amministrazione Rai Carlo Freccero nel corso della sua intervista al Quotidiano Nazionale. Per Freccero la situazione sta addirittura “precipitando” in un momento complicatissimo, per questo a breve incontrerà gli altri consiglieri per decidere il da farsi.

La questione più delicata riguarda le nomine dei direttori dei telegiornali che stanno avvenendo senza consultare il consiglio di amministrazione. «Sono nomine di interni Rai – prosegue –  ma su cui è chiaro che c`è un accordo molto forte con il governo».

Si danno, infatti, per certe la conferma di Orfeo al Tg1, mentre Ida Colucci diventerà direttore del Tg2 e Antonio Di Bella al Tg3 per «fare fuori Bianca Berlinguer».

La rimozione di quest’ultima è connessa al prossimo referendum costituzionale. Infatti la Berlinguer avrebbe schierato il Tg della terza rete sul no. Invece in questo modo si avranno tre Tg tutti schierati sul sì. Per di più gli appare gravissimo che tutte queste nomine «siano state decise tra Campo Dall’Orto e Palazzo Chigi, senza consultare il cda, mentre a noi ufficialmente non è stato detto nulla!».

Per questa ragione Freccero che si dice pronto «a un’azione “eclatante” contro questo modo di agire». Con un’altra intervista a Libero sottolinea che si tratta «di un fatto senza precedenti: un attentato alla tv. Nemmeno Berlusconi è arrivato a tanto».

Infatti per la prima volta – racconta Freccero – «ho chiamato il centralino della Camera per essere messo in contatto immediatamente con Roberto Fico, il presidente della Commissione di vigilanza. E non l’ho contattato per una conversazione privata: ho chiesto che la mia telefonata venisse messa a verbale» poi ha informato Fico che la situazione sta assumendo contorni molto gravi, segnalandogli che queste nomine «sono completamente fuori luogo. Anzi  scandalose. L’ho invitato a riunire immediatamente la commissione. Lui mi ha ringraziato e ne ha preso atto».

Lucignolo