Meteo: pioggia, neve a quote basse, vento e temperature in picchiata

Intensa perturbazione sull'Italia. Ma il tempo tornerà più stabile già per Capodanno su quasi tutto il territorio

0
267

“Come previsto è arrivata una intensa perturbazione dal Nord Europa, responsabile di una ondata di maltempo che ha colpito per ora soprattutto il Nord e le tirreniche dalla Toscana alla Campania, con pioggia, forte vento e picchi di oltre 40-50mm di pioggia in poche ore” – spiega il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara.

“Proprio a Roma si è abbattuta una grandinata con intense raffiche di vento. Nel frattempo copiose nevicate hanno interessato le Alpi, specie centro-orientali, mediamente oltre 800-1200m ma a tratti a quote collinari su valli dolomitiche, Trentino Alto Adige, varesotto e Piemonte – spiegano ancora gli esperti -. Fiocchi di neve si sono avuti alle porte di Torino e Bolzano. Accumuli anche di oltre mezzo metro di neve fresca dai 1400-1500m si registrano dalle Alpi lombarde alle Dolomiti. Neve anche sull’Appennino settentrionale mediamente dai 1300-1600m, anche a quote più basse su quello tosco-emiliano.”

TEMPO FINO A GIOVEDI’: LE TEMPERATURE

“Giovedì un vortice freddo attraverserà l’Italia portando piogge e temporali sparsi al Centrosud – prosegue Ferrara di 3bmeteo.com – “con quota neve in rapido calo fin verso i 300-600m al Centro, dai 700-1200m al Sud; non si escludono anche locali grandinate ed eventi di neve tonda a tratti fin quasi in pianura tra Toscana, Umbria, Marche e Lazio. Piogge residue anche sul Nordest con neve a quote collinari dapprima sul Veneto, poi anche tra Romagna e Marche, mentre al Nordovest il tempo andrà migliorando. Le temperature saranno in netto calo ovunque anche di oltre 6-8°C su Alpi ed Appennino, fino a 4-6°C al Centrosud.”

FORTI VENTI

“Il passaggio della perturbazione sarà inoltre accompagnato da forti venti” – avverte Ferrara – “dapprima soprattutto di Libeccio con raffiche di oltre 50-60km/h sulle coste tirreniche e di ben 100-120km/h in Appennino, giovedì irromperanno invece la Tramontana e il Maestrale. Mari dunque molto mossi o agitati con mareggiate sulle coste esposte. Le temperature saranno poi in netto calo giovedì, con l’arrivo di aria più fredda da Nord a Sud.”

CAPODANNO TRANQUILLO

“Nei giorni successivi l’alta pressione tenderà a riportare la quiete meteorologica almeno sino a Capodanno, anche se verrà ancora disturbata dalle perturbazioni atlantiche. Venerdì ultimi rovesci al Sud, poi migliora salvo nevicate sulle Alpi di confine. Per San Silvestro dovrebbe prevalere il sole salvo nubi e qualche piovasco sulle centrali tirreniche e Liguria, mentre a Capodanno una veloce perturbazione potrebbe portare qualche debole pioggia al Nord. Seguiranno tuttavia importanti aggiornamenti data la distanza temporale” – concludono da 3bmeteo.com.