Come affrontare il problema della pelle sensibile: 5 consigli utili

0
715

La pelle sensibile è un problema che colpisce molti italiani, e che deriva da una sostanziale debolezza del film idrolipidico: in sostanza, lo strato protettivo della cute è più sottile e di conseguenza non è in grado di proteggerla dai fattori esterni. In casi come questi, occorre “nutrire” questo strato e fare in modo che possa irrobustirsi, così da poter garantire la protezione da fattori come il freddo e il vento. Per quanto riguarda i sintomi, la cute sensibile e reattiva produce segnali come gli arrossamenti, le macchie, i melanomi e le rughe premature. Come evitare, quindi, che si presentino queste spiacevoli condizioni?

Alcuni consigli utili per la pelle sensibile

  • Proteggere la pelle dal sole: il sole è il nemico numero uno della pelle, perché i raggi UV accelerano il processo di invecchiamento delle cellule. Un problema che risulta più evidente in chi soffre di cute sensibile, e che richiede dunque l’uso costante di una buona protezione solare, anche in inverno. Il consiglio, di conseguenza, è di fare molta attenzione al livello del filtro SPF e a quando si cammina. Anche in città.
  • Attenzione allo smog: e in città il sole non è l’unico dal quale guardarsi le spalle, perché anche lo smog diventa un pericolo costante per la pelle sensibile. L’inquinamento, infatti, deposita sulla cute quelle polveri sottili che possono diventare causa di irritazione e di altri problemi. In casi come questo, le donne possono proteggersi usando un fondotinta pensato proprio per chi soffre di pelle reattiva: il make up, dunque, in questo caso diventa un alleato prezioso per la salute.
  • Occhio alla temperatura dell’acqua: l’acqua troppo calda stressa la pelle e la porta verso una reazione più violenta. Inoltre, le temperature eccessive sconvolgono gli equilibri della barriera idrolipidica, già debole in chi soffre di questa condizione. Meglio optare per le docce con acqua tiepida.
  • Utilizzare prodotti specifici: sul mercato si possono trovare vari tipi di prodotti pensati proprio per trattare la pelle sensibile. Il merito va alle loro formule, che nutrono la pelle e al tempo stesso le permettono di rinforzare la propria barriera esterna. Un esempio concreto viene dato dalla composizione della crema Lichtena, che viene spiegata qui.
  • Attenzione al freddo: in inverno, la pelle sensibile reagisce molto male al freddo, perché queste condizioni climatiche la spingono verso una costante e veloce disidratazione. Bisogna dunque proteggerla con le creme citate in precedenza, che hanno il compito di schermare la cute (e la portano anche a trattenere con più efficacia i liquidi). Infine, ricordatevi del pericolo degli sbalzi di temperatura, accentuati dal livello eccessivo del riscaldamento domestico (che andrebbe quindi tenuto sotto controllo).