Caso Pecorelli, legale della sorella: procura senta ex presidente Ior

0
324

Per conto di Rosita Pecorelli, sorella di Mino Pecorelli, l’avvocato Walter Biscotti chiedera’ alla Procura di Roma che l’ex presidente dello Ior, Ettore Gotti Tedeschi, venga sentito in merito alle dichiarazioni da lui rilasciate alla trasmissione Le Iene. Agli inizi di marzo, a seguito della richiesta avanzata a gennaio dalla sorella del giornalista ucciso a Roma il 20 marzo del 1979, la Procura di Roma ha avviato una nuova indagine in relazione all’omicidio delegando gli accertamenti alla Digos.
Gotti Tedeschi e’ stato intervistato nell’ambito dell’inchiesta giornalistica che il programma tv sta conducendo sulla morte di David Rossi, ex capo della comunicazione della banca Monte dei Paschi di Siena.
In una prima intervista, all’ex presidente dello Ior sono state fatte domande su quattro conti correnti che sarebbero stati aperti presso la banca del Vaticano e che sarebbero riconducibili a uomini della Fondazione Mps. “Credo che fosse vero”, ha risposto Gotti, ipotizzando che si trattasse di “tangenti”. In una seconda intervista Gotti ha affermato di essersi “sempre rifiutato di vedere i conti”. “Non era mio compito – ha detto – Il mio incarico era attuare le necessarie procedure per fare trasparenza e mi fu anche detto: ‘lascia proprio stare la curiosita’ naturale di guardare di chi sono i conti'”. “Se tu hai visto i conti e dici al giudice di chi erano i conti, quelli veri, la tua famiglia dove la metti? A
proteggerla, ci vuole il piu’ grande sistema di protezione che si possa immaginare”, ha dichiarato ancora Gotti Tedeschi. Poi ha nominato Pecorelli e rivolto al giornalista ha detto: “Si ricorda perche’ e’ morto?”. E’ su queste dichiarazioni che ora il legale della sorella di Pecorelli chiede che Gotti Tedeschi venga sentito dai magistrati.

È SUCCESSO OGGI...