Ostia, massacrata di botte dal compagno: è grave

L'uomo che le aveva sbattuto la testa contro lo stipite di una porta è in galera

0
389

Una ragazza è ricoverata in prognosi riservata all’ospedale di Ostia, a Roma, dopo essere stata pestata ieri, sabato 25 ottobre, dal compagno 29enne.

LA LITE FURIBONDA – La lite, scoppiata per motivi banali, era iniziata la notte precedente e la giovane era scappata di casa per evitare guai peggiori. Un’ora dopo, quando è tornata e ha chiesto la restituzione di telefonino e le chiavi dell’appartamento che le erano state tolte giorni prima, il compagno l’ha picchiata facendole sbattere la testa contro lo stipite di una porta. La vittima, pur messa male, è riuscita con la forza della disperazione a scappare e a chiamare il 118.

IL RICOVERO – Le sue condizioni sono apparse subito gravi al personale sanitario e la ragazza è stata quindi portata in autoambulanza all’ospedale di Ostia, dove è stata ricoverata in prognosi riservata. Lì è stata sentita dagli agenti del commissariato di zona, avvertiti dai medici.

LE RIPETUTE VIOLENZE – A quel punto ha ammesso davanti alla polizia di aver subito già in passato ripetute minacce e percosse dal fidanzato, anche davanti alle due figlie piccole della coppia. Violenze mai denunciate per paura di ritorsioni. Il 29enne è stato rintracciato e arrestato.

 

[form_mailup5q lista=”ostia”]

È SUCCESSO OGGI...