“Inganno urbanistico e gestione dei rifiuti”

Salvatore Orsomando annuncia i punti di forza dell’imminente incontro del Centrodestra con la cittadinanza

0
213

di Alberto Sava

Nel corso della passata consiliatura la maggior parte degli esponenti della minoranza sono finiti sotto accusa per aver tradito il proprio elettorato, allineandosi alla maggioranza. I consiglieri comunali, rimasti seduti coerentemente sugli scranni a loro assegnati, dell’esito elettorale si contano sulle dita di mezza mano e tra questi troviamo sicuramente Salvatore Orsomando. L’esponente di Forza Italia per gran parte della passata legislatura comunale ha svolto un’opposizione tenace e determinata, per quanto lo consentisse il suo ruolo di presidente del Consiglio. Tutti sappiamo che il presidente del Consiglio è una figura super partes e di solito viene scelto tra i consiglieri dell’opposizione per assicurare la massima garanzia del rispetto delle regole democratiche dell’aula. Negli ultimi due anni del suo mandato istituzionale, Salvatore Orsomando spesso ha lasciato lo scranno di presidente del consiglio per sedersi tra i colleghi di minoranza per portare avanti le sue battaglie, e sovente è successo che Orsomando sedesse accanto a colleghi di opposizione di nome e non di fatto. A cento giorni dall’insediamento del nuovo consiglio comunale, intervistiamo Salvatore Orsomando, che non presiede più lo scranno più alto dell’aula, ma ancora siede sui banchi della minoranza ed è alla vigilia del primo incontro della nuova cosiliatura tra l’opposizione di centrodestra al Granarone e la cittadinanza. E’importante sottolineare che la nuova opposizione sta mostrando una spina dorsale completamente diversa rispetto alla vecchia, e che si avverte il fermento dell’attesa per questo primo rendez-vous programmato per il prossimo 9 novembre alle 17,30 al Cavallino Bianco.

Nella passata consiliatura lei ha dato battaglia al sindaco Pascucci in campo politico e in sede giudiziaria, quali i risultati delle denunce?

Non si è trattato di dare battaglia al Sindaco Pascucci ma di assolvere semplicemente al proprio dovere di consigliere comunale di opposizione, esponendo agli organi competenti presunte illegittimità suffragate da atti, che sono ancora oggetto di accurate indagini. Tanto è vero che ad oggi, il sottoscritto ed il consigliere Aldo De Angelis non hanno ricevuto alcuna comunicazione di archiviazione degli esposti effettuati.

Al termine dell’ultimo consiglio l’opposizione di centrodestra ha mosso critiche al Pd e Cinque Stelle, cosa accade?

Le critiche in generale verso chicchessia, sono fasi di circostanza che nella tensione del consiglio comunale accadono normalmente. Il centrodestra sta percorrendo una strada interessante, finalizzata alla costruzione di un’alternativa ad un sistema, nuovo sulla carta ma vecchio nell’anima.

Una minoranza spaccata non rischia di fare il gioco della maggioranza?

La minoranza deve confrontarsi su tematiche fondamentali che riguardano il tessuto economico sociale di una città fortemente penalizzata dalla disoccupazione e dalla povertà, dando un taglio netto al politichese fatto negli angoli di una piazza ormai non più incisiva, ma ancora molto fastidiosa.

Le diverse anime del centrodestra unite, incontreranno i cittadini il prossimo 9 novembre: quali gli obiettivi di questo incontro con la gente?

Stiamo lavorando con grande serenità e spirito di abnegazione, coscienti delle nostre responsabilità nella costruzione di una classe dirigente all’altezza del proprio compito. L’obiettivo della conferenza stampa è quello di presentarci alla città e spiegare ai cittadini le fasi cruciali di alcuni progetti importanti, reclamizzati dal Sindaco Pascucci durante il suo primo mandato e durante l’ultima campagna elettorale, facendo piena luce sul grande inganno urbanistico e soprattutto sulla gestione non proprio rosea dell’appalto sulla gestione dei rifiuti. Credo che la passione per Cerveteri e per i suoi cittadini vada oltre qualsiasi ostacolo e il centrodestra, rappresentato dal sottoscritto e dai consiglieri Aldo De Angelis, Annalisa Belardinelli, Lamberto Ramazzotti e Luca Piergentili, coglierà l’occasione per suggellare questo fondamentale sodalizio nell’annunciata conferenza stampa al Cavallino Bianco.

È SUCCESSO OGGI...