«Hai una brutta auto», e giù botte

0
393

Senegalese picchiato a Tor Bella Monaca da un ventenne: ha perso un occhio

Nuovo caso di violenza razzista nella periferia sud di Roma. Un africano senegalese trentenne è stato aggredito da un giovane italiano, B.M., 20 enne pregiudicato, subendo la perdita di un occhio. Verso le 2 della notte di Pasquetta, il pregiudicato, nei pressi di un bar sito sulla via Casilina, ha incontrato il cittadino senegalese ed ha cominciato a prenderlo in giro, spalleggiato da altri amici,  per via di una vecchia automobile che l’africano utilizzava. In breve e per i futili motivi, dalle parole il pregiudicato italiano è passato alle mani aggredendo fisicamente il senegalese fino a spaccargli una bottiglia in testa facendo seguire frasi offensive circa il colore della sua pelle. Vano il tentativo di un testimone di evitare il contatto tra i due.

L’aggressore è poi fuggito per le vie limitrofe assieme ai suoi amici, facendo perdere le tracce. Lo straniero, ferito e sanguinante, ha chiesto aiuto ad una pattuglia di Carabinieri della Stazione di Tor Bella Monaca. Soccorso e trasportato al Policlinico di Roma Tor Vergata, lo straniero è stato ricoverato e sottoposto ad un delicato intervento chirurgico: purtroppo, come diagnosticato dai sanitari, per il violento trauma perderà la vista ad un occhio. Le immediate indagini dei Carabinieri hanno consentito di identificare l’aggressore e di rintracciarlo presso la sua abitazione, in un complesso popolare di Tor Bella Monaca, dove è stato arrestato ancora con la maglietta macchiata del sangue della vittima.

A casa del ventenne i Carabinieri hanno anche trovato uno degli amici che lo aveva spalleggiato: si tratta di un sedicenne, anche lui  romano, denunciato per lo stesso reato a piede libero. Il ventenne arrestato con l’accusa di lesioni personali gravissime aggravate ed è stato condotto al carcere di Roma Regina Coeli.

È SUCCESSO OGGI...