Le pecore ci sono ma non brucano nei parchi per la Raggi. La lettera di una nostra lettrice

0
226

Giorni fa abbiamo ricevuto una lettera da parte della Sig . A.M.A. , che denuncia una situazione terribile che riportiamo : “ Ia sottoscritta A.M.A. sotto la mia responsabilità , dichiara quanto segue : circa 5 anni fà percorrendo una strada adiacente ad una scuola elementare e pensionato per anziani di proprietà di suore ,alle spalle della Cecchignola , ho visto una trentina di pecore ,denutrite , sporche , con il pelo pieno di rovi e calcinacci. Colpita dal loro stato ho cercato di sapere di chi fossero e perché si trovassero in quello stato di totale abbandono. Seppi così che erano di proprietà di un pastore sardo , tale Francesco, che aveva affidato le povere creature ad una famiglia di rumeni con cui feci amicizia e che aiutai economicamente poichè avevano una bimba piccola in situazione precaria . 

Seppi così che il pastore aveva occupato il terreno abusivamente e che li si macellavano clandestinamente maiali e agnellini . Io stessa ho visto persone in fila davanti al cancello che commissionavano le povere creature che venivano sgozzate e scuoiate in una baracca dove vi erano appositi ganci . Ho sentito le urla strazianti degli agnellini e delle loro mamme che strillavano disperate . Ho assistito una pecora morta di parto con i suoi cuccioli dopo ore di travaglio . 

E’ stato terribile , come terribile è stato vedere le carcasse di due pecore lasciate sotto il sole a pudrire. Ho denunciato alle istituzioni quanto avveniva  , in particolare alla ASL per la tutela della salute pubblica , ma per loro andava tutto bene …. Sono comparsi anche 3 maremmani che si trovano in uno stato pietoso e che io stessa ho provveduto a far sterilizzare a mie spese ma uno di questi , un maschio nero è morto di stenti. 

In questi 5 anni ho provveduto e provvedo a sfamare e dissetare queste povere anime recandomi a portare loro il cibo 3 volte a settimana e lasciando per gli altri giorni il cibo ad un rumeno che sembrerebbe vivere li ma che non so che ruolo abbia . 

Ho 78 anni, ho fatto la hostess in Alitalia per 37 anni e continuo ad occuparmi di queste creature che altrimenti non so che fine avrebbero fatto. Esiste una giustizia ? Possibile che non interessi a nessuno la sorte di queste anime ? Ovunque vedo indifferenza e corruzione . 

Perdonatemi per questo sfogo ma sto lottando contro chi promette ma non fa nulla . Troppi interessi economici e nessuna pietà , ma non mi fermo .” Dopo aver ricevuto questa lettera toccante e accorata ci siamo recati sul posto e abbiamo costatato e documentato che la signora ha effettivamente riferito una situazione orribile e reale . Gli ovini e i cani si trovano in condizioni pessime , la maggior parte delle pecore non ha il microchip e sono incinte , ciò vuol dire che presto avverrà l’orribile mattanza come ci è stato riferito, tramite la cruenta macellazione clandestina dei cuccioli ,in una baracca seminascosta in fondo al campo . Dopo aver presentato un ‘ esposto alla ASL preposta , l’incredibile e sconcertante risposta dataci dai Veterinari è stata la seguente : “ Abbiamo avvisato il pastore e il giorno dopo ci siamo recati sul terreno in questione e abbiamo trovato tutto a posto , le pecore e i cani stanno bene , i ganci che avete visto servono ad appendere qualsiasi cosa per esempio vestiti e i 3 maiali che abbiamo trovato stanno benissimo . Non ci interessa chi dia loro da mangiare , non è un nostro problema .”Il giorno seguente , siamo tornati sul posto ma dei 3 maiali non vi è più traccia e 2 giorni dopo sono sparite anche le pecore . Il rumeno che vivrebbe li in una baracca , supponiamo abusiva , dice che le pecore sono state spostate ma non è dato sapere dove e nega che ci sia un agnellino appena nato di cui abbiamo foto e filmati.

Naturalmente siamo in possesso anche di foto e filmati di ogni ovino e dei cani e delle loro pessime condizioni che a tutti farebbe pensare ad un tipico maltrattamento di animali , a tutti tranne che ai veterinari della ASL . (segue)

È SUCCESSO OGGI...