Mobilità, approvata la legge per incentivare l’uso della bicicletta

La Regione Lazio dovrà varare il "Piano regionale della mobilità ciclistica"

0
235

Il Consiglio regionale del Lazio ha approvato a maggioranza (con tre astenuti) una proposta di legge per favorire la cosiddetta mobilità nuova, una normativa che istituisce il “Piano regionale della mobilità ciclistica”.

Si tratta di un testo unificato di due proposte di legge: una presentata da Cristiana Avenali (Pd) e l’altra avente come primo firmatario Devid Porrello (M5s). Stanziati complessivamente 2,1 milioni di euro, per il biennio 2018-2019, attraverso l’istituzione di due fondi: uno di parte corrente (250 mila euro per ciascuna annualità 2018 e 2019), l’altro in conto capitale (800 mila euro per ciascuna annualità 2018 e 2019).

 Istituita la giornata del cicloamatore. Previsto il recupero delle vecchie stazioni e dei caselli ferroviari, da destinare a servizi lungo le ciclovie. Saranno fissati i ‘target di mobilità’, con cui la Regione stabilisce per i comuni con più di 10mila abitanti l’obbligo di ridurre al di sotto del 40 per cento gli spostamenti individuali con mezzi a motore entro tre anni dall’approvazione della legge.

Avenali ha sottolineato – sia in fase di illustrazione che nella dichiarazione finale – che si tratta di un provvedimento storico, “che pone il Lazio all’avanguardia in tema di mobilità nuova, che promuove l’uso della bicicletta come mezzo di trasporto quotidiano e che migliora, allo stesso tempo, l’efficienza, la sicurezza e la sostenibilità della mobilità urbana”. Porrello si è dichiarato molto soddisfatto per l’approvazione di una legge che “sostituisce una legge vecchia del 1990 che non aveva più previsioni e obiettivi utili, su un tema che va affrontato con molta serietà, coma già sta avvenendo nel resto d’Europa”. Porrello ha inoltre spiegato che la legge “allarga il concetto di mobilità ciclistica da urbana a extraurbana, rispondendo anche alla richiesta dei cittadini di maggiore sostenibilità, che preveda una programmazione integrata”.

Fabio De Lillo (Forza Italia) ha annunciato l’astensione del suo gruppo “perché purtroppo – ha spiegato – tutte queste belle intenzioni non vedranno la loro applicazione in quanto non c’è un soggetto autonomo che potrà attuarle”.

Fabrizio Santori (FdI) ha rivendicato l’approvazione di un emendamento del suo gruppo per ilpotenziamento dell’illuminazione e dei collegamenti wifi nei tragitti ciclistici, e ha auspicato “che la legge non sia solo un manifesto elettorale ma che sia realmente attuata, per limitare l’inquinamento ambientale e tutelare la salute dei cittadini”.

Nel corso dei lavori, il vicepresidente del Consiglio regionale, Francesco Storace, ha annunciato che, a seguito di una riunione della Conferenza dei presidenti dei gruppi consiliari, per il 19 dicembre sarà convocata una seduta straordinaria sulla Sanità.

È SUCCESSO OGGI...