SS Lazio, Biglia e Klose stendono il Toro: è poker

Quarta vittoria consecutiva per i capitolini che respirano aria di Champions

0
303

La Lazio riparte dai suoi Nazionali. Biglia e Klose, proprio loro, che si erano affrontati nella finale del Mondiale in Brasile stendono un Torino mai domo e regalano a Pioli la quarta vittoria consecutiva.

IL RILANCIO DI KLOSE – Un match difficile per i padroni di casa che, pur avendo sempre il pallino del gioco in mano, hanno sofferto l’imprevedibilità e la velocità ospite. Una partita che rilancia anche Miroslav Klose, messo in secondo piano dall’esplosione in questo avvio di stagione di Filip Djordjevic, ma che dimostra di essere ancora utile alla causa biancoceleste. Per quello che riguarda il regista argentino, la sua è sembrata forse la miglior partita della sua esperienza all’ombra del Colosseo. Il numero venti biancoceleste era ovunque sia in fase offensiva che in quella difensiva e ha dimostrato, se ancora ce ne fosse bisogno, di trovarsi a meraviglia negli schemi di Pioli.

IL MATCH – Un avvio positivo quello di Candreva e compagni con il numero ottantasette che scalda i guanti di Gillet dalla distanza. La partita si sblocca al 15’ grazie ad una punizione al bacio di Lucas Biglia che supera la barriera e lascia di sale Gillet. Il vantaggio carica la squadra di Pioli che attacca a testa bassa e sfiora il bis con un diagonale velenoso di Candreva che va ad infrangersi sulla parte interna del palo. L’Olimpico è una bolgia e i capitolini continuano a premere con gli ospiti che appaiono in difficoltà. Dopo la prima mezz’ora in apnea, però, la squadra di Ventura cresce e alza il baricentro impensierendo la difesa capitolina con la velocità di Quagliarella. Proprio l’ex Juventus al 35’ costringe Marchetti al colpo di reni per deviare in angolo il suo velenoso diagonale. Granata che crescono, ma i biancocelesti gestiscono bene il vantaggio fino all’intervallo. Nella ripresa Pioli getta nella mischia Miro Klose al posto di un Felipe Anderson ancora una volta in ombra. I granata continuano a crescere e al 52’ trovano il pareggio grazie a Farnerud che approfitta di un intervento sbagliato di Ciani per entrare in area e battere Marchetti con un preciso diagonale. La Lazio non ci sta e il pari dura appena otto minuti, quando Candreva esplode un bolide su punizione che Gillet non trattiene e il più lesto di tutti è Miro Klose che insacca facendo esplodere lo stadio. Nell’ultima mezz’ora girandola di cambi per le due squadre con i biancocelesti che vanno vicini al tris con Parolo e due volte con Klose, ma la difesa ospite riesce a salvarsi.

LA QUARTA VITTORIA CONSECUTIVA – Apnea finale nei tre minuti di recupero, ma alla fine la Lazio conquista la quarta vittoria consecutiva e continua a risalire la classifica che ora la vede ad un punto dalla zona Champions e addirittura a quattro lunghezze dalla Roma di Garcia. Una Lazio che vola e non ha alcuna intenzione di fermarsi.

 

[form_mailup5q lista=”ss lazio”]

È SUCCESSO OGGI...