Libertà di stampa, Calabresi al Brancaccio: «Potere non ama chi lo contesta»

0
253

Il potere “non ha mai amato le domande, le intrusioni, le inchieste dei giornalisti.

Non ha mai amato chi gli ricorda le promesse fatte e gli contesta le decisioni prese.

E oggi ha in mano strumenti capaci di mettere fuori gioco le domande”.

Lo ha detto Mario Calabresi dal palco del teatro Brancaccio di Roma nella giornata organizzata da ‘la Repubblica’ per parlare di libertà di stampa e delle “tattiche dei nuovi potenti contro l’informazione”.

E ha proseguito: “Con la tecnologica si vuole saltare la mediazione.

Ma questa idea è una truffa perchè si trasforma in una propaganda senza filtro”.

È SUCCESSO OGGI...