L’AmbuFest Pediatrico di Colleferro si conferma come importante strumento di continuità assistenziale

0
113

L’AmbuFest Pediatrico di Colleferro si conferma come importante strumento di continuità assistenziale, i numeri continuano a dare ragione all’iniziativa.

L’Ambufest pediatrico di Colleferro è partito il 22 dicembre del 2018 come un progetto sperimentale della Asl Roma 5 per assicurare la copertura assistenziale nell’ambito delle cure pediatriche durante le festività natalizie.

“Visto lo straordinario successo registrato dal servizio di continuità assistenziale pediatrica avviato dalla Asl Roma 5 a Colleferro” come afferma l’assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato e con grande soddisfazione da parte della Direzione della Asl Roma 5 si è deciso di proseguire l’esperienza e renderla stabile e organica nell’offerta dei servizi sanitari al territorio.

I numeri hanno continuato a dare ragione all’iniziativa. Dal 22 dicembre 2018 al 1° gennaio 2019 gli accessi totali sono stati 450. Solo 8 gli invii al pronto Soccorso. Dal 1 al 27 gennaio gli accessi totali sono stati 298 e gli invii al Pronto Soccorso solo 6, che in tal modo ha registrato un netto calo degli accessi pediatrici.

“Si tratta di un progetto importante – commenta il Direttore del Distretto di Colleferro, Uliana Bianchi – e dimostra quanto l’offerta di questo servizio risponda concretamente ai bisogni di continuità assistenziale e di copertura territoriale dell’assistenza. Si sono rivolti all’AmbuFest di Colleferro persone provenienti da paesi lontani dai maggiori presidi ospedalieri e anche genitori provenienti da altre Aziende Sanitarie confinanti. Si tratta finora di risultati importanti, raggiunti grazie alla collaborazione di tutte le istituzioni e dei Pediatri di Libera Scelta”.

È SUCCESSO OGGI...