Italia 1, Alvin: «Bring the noise è puro divertimento»

Intervista al conduttore del game show musicale in onda questa sera. Il presentatore racconta questa nuova esperienza e svela anche che tipo di papà è con i suoi figli

0
2437
Alvin

Parola d’ordine “divertirsi” e Alvin (vero nome Alberto Bonato, ma lo hanno chiamato così fin da piccolo) ha dimostrato con la prima puntata di Bring the noise (in onda mercoledì scorso in prima serata su Italia 1, oggi va in onda la seconda, in tutto sono sei) che si può farlo lì in studio ma anche a casa. E gli ascolti gli hanno dato ragione. Il debutto alla conduzione “da solo” solitaria” è stato davvero fortunato per il presentatore di Rho, che ha dimostrato di avere anche grandi doti come ballerino e perchè no anche canore (si fa per scherzare!): «Se guardate il programma, non vi perdete la sigla, perchè è una sorpresa divertente» assicura Alvin, e infatti canta e balla da solo e poi in compagnia di ospiti e ballerini la canzone di Justin Timberlake “Can’t stop the feeling”. «Mi sono scoperto ballerino, e poi dovevo sciogliermi un po’, non volevo essere troppo rigido davanti alle telecamere» racconta.

IL PROGRAMMA – Ma questo è solo l’inizio, perchè se vi siete persi la prima puntata, non vi perderete la seconda se avete voglia di divertirvi: «“Bring the noise” è un programma che non vi fa pensare, vi alleggerisce, è puro divertimento – spiega Alvin -. Vi farà ricordare le feste e le gite delle medie, quando cercavate il posto in fondo al pullman e cantavate a squarciagola. Io sono pieno di gratitudine per questa opportunità che mi è stata concessa. Ho iniziato anni fa a Disney Channel a fare più o meno questo, poi è arrivata la musica, Verissimo e l’Isola dei famosi, ora invece torno a giocare e ne sono entusiasta».

DIVERTIMENTO ALLO STATO PURO – L’obiettivo è quello di divertirsi in studio e di far divertire chi guarda il programma da casa, e già dopo la prima puntata l’obiettivo sembra centrato. «Gli ospiti mi hanno scritto, sono contenti e vogliono tornare – confessa Alvin -. Io speravo che i vip si mettessero in gioco, c’è un quid oscuro, nascosto in ognuno di noi, che la telecamera frena, ma quando si gioca tra di noi ci si dimentica di tutto, esiste solo il puro divertimento. Io ora sono molto concentrato su questo programma, sono in pausa anche dalla radio, per immergermi in maniera totale e per dare il meglio qui. C’è un gruppo pazzesco, autori, regia, produzione, questa è un po’ casa mia, uno studio meraviglioso. I giochi li abbiamo testati noi e ci siamo divertiti per primi, e poi non sono uguali in tutte le puntate. Io ho sempre sognato di fare questo lavoro, di guidare un game show. Tra tv e radio non ho mai smesso di lavorare, e ho toccato tutte le generazioni, dai bambini ai ragazzi, fino alle famiglie».

Isola dei Famosi o Bring the noise, Alvin si ritrova sempre a gestire vip: «Sono due programmi diversi e la gestione è totalmente differente – prosegue -, sull’isola non mangiano e bisogna stare più attenti a tutto. Qui invece è più facile, si canta e si balla, anche in coro».
Alvin poi saluta e ringrazia le due donne con cui ha lavorato fino ad ora Alessia Marcuzzi «mi ha scritto, ci sentiamo spesso, è molto carina» e Silvia Toffanin che lo ha salutato con un collegamento dal programma Verissimo.

LA FAMIGLIA – Il conduttore milanese poi si scopre e parla della sua famiglia, la moglie e i due figli di 7 e 3 anni. «Mi dicono che sono buono? Sono così, lo sono anche con i miei amici di infanzia. A me le notizie tristi mi ammorbano, cerco di portare positività, per questo voglio divertire chi viene in studio e chi sta a casa, fare un bel prodotto. Comunque sono molto rigido con i miei figli, sono cresciuto in una famiglia in cui la disciplina era tutto, e io faccio lo stessa cosa, adotto le stesse regole e la stessa educazione. A tavola niente telefonini, si dice grazie e si sparecchia. Loro il programma lo vedranno il pomeriggio seguente, lo registro perchè vanno a dormire presto, ma si divertono a guardarmi in tv. Sono piccoli per darmi consigli, ma ascoltano e cantano con me le canzoni che preparo per il programma».

MUSICA CHE PASSIONE – Alvin poi racconta come passa con loro il tempo libero: «Andiamo in bici, giochiamo con i lego o con il pongo. Io gioco a tutto, mi adatto alle loro esigenze. Li porto alle mostre, allo zoo, basta stare a contatto con la natura. Cosa faranno da grandi? Non lo sanno ancora, i miei mi hanno lasciato libero di fare le mie scelte, quando mi hanno visto felice di quello che facevo. Io farò la stessa cosa con loro, tutti vogliono per i figli un posto fisso e la laurea. Da piccolo avevo una consolle con microfono e mi divertivo a fare il dj, ho studiato anche Economia e Commercio fino al quarto anno, ma poi ho preso questa strada».
Alvin dichiara di non avere un genere musicale o un cantante preferito, ma dice: «In questo periodo canto solo Justin Timberlake, ma adoro tutto. Da ragazzino non guardavo la tv, ascoltavo la radio, la musica è la mia finestra sul mondo. Ogni momento ha un suo genere, a Natale per esempio ascolto Frank Sinatra». E se qualcuno pensa di sentire la mancanza della voce squillante di Alessia Marcuzzi che grida “Alvinnnnnnn!” può stare tranquillo, a “Bring the noise” ci sarà la Wanda.

LA SECONDA PUNTATA – Secondo appuntamento questa sera alle ore 21.15 su Italia 1 con “Bring The Noise”, il nuovo game show tutto musicale, condotto da Alvin. Tra i concorrenti di questa settimana, pronti a sfoderare tutto il loro talento e simpatia: Anna Tatangelo, il rapper Moreno, l’ex personaggio della soap Il Segreto Iago Garcia, i comici Massimo Bagnato e Giovanni Vernia e Paola Caruso. Inoltre, torneranno a divertirsi e a divertire il pubblico Katia Follesa e Francesco Facchinetti. Nel corso della serata gli ospiti, divisi in due squadre, dovranno, tra le varie prove, cercare di cantare una canzone con il viso immerso nell’acqua, interpretare brani famosi in perfetto playback, ballare, indovinare il ritornello di una canzone cantata al contrario, il tutto cimentandosi da soli o con gli altri elementi del team, con l’intento di aggiudicarsi la vittoria finale. La live band e il corpo di ballo di “Bring The Noise” accompagneranno i personaggi durante i giochi le varie perfomance.