Rai, leader negli ascolti ma a rischiare sono i direttori

Si annunciano cambi ai vertici aziendali per il consiglio di venerdì 17

0
506
Rai
rai

Chiudiamo la settimana con la quiete prima della tempesta. Si annunciano cambi ai vertici Rai per il consiglio di Venerdì 17. Sembra il titolo di un film horror. Invece è solo una scadenza annunciata ormai da tempo. Quando il DG Gubitosi li nominò, annunciò che successivamente i nodi (eventuali) sarebbero arrivati al pettine. Che la valutazione prima o poi sarebbe stata fatta.  Silvia Calandrelli sostituirebbe Andrea Vianello a Raitre. Raidue diventerebbe il canale News con il coordinamento di Monica Maggioni. A Raiuno sarebbe promosso Angelo Teodoli.

I DATI – Lasciamo la fanta-Rai e leggiamo i dati degni di nota in questa sette giorni televisiva. Mediaset nel totale rimane indietro rispetto alla Rai. Sabato sera l’ultima puntata di Ranieri totalizza il 19,9 percento, ritornando ai valori della prima puntata. Tanti ospiti di rilievo, ma sottolineamo la stroncatura di Aldo Grasso sul Corriere della Sera. Evidenziamo “l’inchino” di Massimo Ranieri a Bibi Ballandi. Avevamo abbandonato da tempo la consuetudini di avere inquadrature e saluti “ai canuti e bianchi” nei programmi di varietà. Al di là di questi immeritati ringraziamenti, non capiamo perché la Rai debba coinvolgere queste società esterne che alla fine si occupano solo di contrattualizzare alcune figure professionali che si potrebbero ingaggiare direttamente.

TALK E MATTINO – Un alto dirigente del servizio pubblico recitava “a Raiuno gli ascolti si costruiscono la Domenica”. Fa il suo lavoro Massimo Giletti. Con l’ARENA  rastrella un 19 % di ascolto, nonostante alcuni importanti eventi sportivi. Su Raidue Virus è stato debellato con un buon vaccino. Michele Santoro blocca il 5,24% contro il 3,75 di Porro. Su Raitre Ballarò con Giannini si gioca qualche punto con Floris …salomonicamente. Chiudiamo con la solita nota sul mattino dell’ammiraglia. Quasi un libro dal titolo…“La Capanna dello Zio Ludo”. Storie Vere tenta ancora il sorpasso di share su Unomattina. Ma a “conti fatti” non ne vale la pena. La Cattaruzza sottrae idee e ospiti allo spazio successivo ma senza risultato. Alle 9.15, scappando di casa anche le storie più toccanti sono sacrificate per pochi. A casa, in pensione. Ai pensionati punta Domenica in che debutta domenica 5. Prossimo alla pensione il dirigente responsabile  Gianvito Lomaglio, che si gioca l’ultimo asso nella manica.

[form_mailup5q lista=”maledetta tv”]