Rai, lo zainetto del cameraman: ecco il perché dello sciopero

Il motivo scatenante sarebbe stata l'introduzione in Rai di un curioso accessorio per le riprese

0
2327

Abbiamo a lungo trattato il tema dello sciopero dei cameraman con tutte le ricadute sui programmi televisivi della Rai, ma nessuno ha veramente approfondito le ragioni dell’improvvisa astensione degli operatori di ripresa. Il motivo scatenante sarebbe stata l’introduzione anche in Rai di uno zainetto per le riprese in diretta. Vediamone le caratteristiche ufficiali.

IL MOTIVO DEL CAOS – “Lo zainetto Live-U, è un sistema progettato per i canali televisivi e per i fornitori di contenuti professionali che desiderano trasmettere in diretta e in alta qualità video, le ultime notizie, eventi sportivi o elementi da postazioni remote, senza la necessità di costose e ingombranti unità satellitari. Si tratta di un prodotto altamente innovativo basato su una tecnologia sperimentale che consente, con un piccolo zaino indossato dal cameraman collegato a una telecamera, di andare in diretta da qualsiasi luogo anche in movimento. Parliamo di uno strumento che si allinea perfettamente alla tv del futuro, un modo che consente di essere sempre presente sull’attualità. Ci sembra quindi che la protesta dei cameraman Rai sia leggermente di retroguardia

RIFLESSIONI – É giusto garantire negli studi televisivi l’operatore che rappresenta il professionista della ripresa, ma immaginare che in futuro questo zainetto sia solo in appannaggio dei cameraman ci sembra eccessivo. Perché un giornalista non dovrebbe usarlo in una condizione d’attualità? O un programmista durante un’inchiesta? Gli esperimenti di Report la dicono lunga sull’uso dei mezzi leggeri. Dover ricorrere sempre all’operatore di ripresa ci sembra costoso e ingiustificato. La tv corre, vola verso l’autonomia di chi la fa, oggi nel mondo un giornalista di news registra le immagini, le monta e le manda in onda. Non ci si può opporre alle innovazioni tecnologiche né contrastare un’ iniziativa importante della Rai che finalmente cerca di stare al passo con i tempi. Questo non vuol dire che la figura del cameraman scomparirà dalla tv, ma certo diventerà un professionista con caratteristiche esclusive per riprese importanti e di alta qualità. Nel futuro c’è sempre spazio per tutti, basta essere agili però nell’adattarsi al cambiamento.

[form_mailup5q lista=”maledetta tv”]