Calciomercato Juventus, Emre Can aspetta Cr7: «Cristiano Ronaldo sarebbe bello qui per vincere»

0
367
cristiano ronaldo celebrity

Nel primo giorno di preparazione in vista della nuova stagione, la Juventus ha dedicato la ribalta ad Emre Can, centrocampista tedesco di origine turca prelevato dal Liverpool che già in mattinata aveva scritto sul suo profilo Twitter: “Oggi sarà un gran giorno” e che nel pomeriggio è stato ufficialmente presentato nella sala stampa dell’Allianz Stadium. “Beh il club lo conoscevo già da prima e so che è un club grandissimo e lo si può vedere dalla sede e dalle strutture”, sono state le sue parole sulle prime impressioni bianconere.

A dargli qualche dritta sulla Juventus, anche Khedira: “Sì, ho avuto contatti con Sami, mi ha detto che è un club eccezionale e sono contento di essere qui”. Un aneddoto narra che la Juventus fosse nel suo Dna fin da quando era bambino. Storiella confermata dal neo numero 23 bianconero: “Il primo allenatore che ho avuto è italiano, è sempre stato un grande tifoso della Juventus e un giorno mi disse: ‘Giocherai per la Juventus’. Oggi sono qui, è una storia interessante e lui è molto contento che sia arrivato a Torino. Era il periodo in cui c’erano Nedved, Del Piero, un periodo eccezionale”.

Inevitabile la domanda sul tema più caldo in questi giorni a Torino, ovvero Cristiano Ronaldo: “Penso che per qualunque giocatore sarebbe grandioso poter giocare con Cristiano Ronaldo però onestamente non so se ci siano stati contatti tra il club e il giocatore”, ha abilmente dribblato Can. Ha scelto la Juventus al posto di tanti altri club che gli facevano la corte, il perchè lo ha spiegato così: “So quanto è grande questa società, la conosco molto bene e so che ha una mentalità vincente come ce l’ho io. Io sono venuto qua per vincere”.

La Champions è uno degli obiettivi, ma non il primo per il centrocampista tedesco: “Il primo obiettivo dev’essere la Serie A e poi arriverà anche la Champions – ha aggiunto -. So che la società ci sta dietro da 22-23 anni, tutti vogliono vincere la Champions e io voglio essere di aiuto per farlo. Ma l’attenzione tanto per cominciare sarà per la Serie A”.

Ad influire sulla scelta di Emre Can di scegliere Torino anche “un progetto molto grande” e la voglia di “far parte di questo progetto”. Sul ruolo, l’ex Liverpool che aveva in Zinedine Zidane il suo idolo da bambino ha spiegato: “Mi piace giocare in diverse posizioni ma mi sento a mio agio come centrocampista. In ogni caso spetterà all’allenatore decidere. Ho parlato con Allegri ma non ancora di tattica, oggi è solo il mio primo giorno e nei prossimi giorni avremo modo di parlare anche di questo”.

Emre Can si è detto lieto anche dell’accoglienza dei compagni: “Tutti i giocatori mi hanno dato una calorosa accoglienza, mi hanno chiesto come sono andate le vacanze, come mi trovo, come sta andando il recupero dopo l’infortunio”.

La presenza di alcuni media tedeschi gli ha dato l’occasione anche di parlare del flop della Germania ai Mondiali: “Penso che per tutti in Germania sia stata una grandissima delusione, non so perchè, ma penso che dobbiamo rafforzarci e riusciremo a tornare forti. Loew e’ un grandissimo allenatore e so che riuscira’ a rimettersi in piedi”.

E, a proposito di tecnici tedeschi, Emre Can ha negato qualsiasi problema con Jurgen Klopp al Liverpool: “Sento questa cosa per la prima volta. Io avevo un rapporto molto buono con Klopp. Alla fine mi ha fatto il suo in bocca al lupo, ma assolutamente nessun problema con lui”.