Metro A, morto suicida un vigilante: colpo di pistola alla testa

I fatti nelle prime ore di servizio di domenica. Il disagio forse causato da difficoltà col datore di lavoro

0
369

Un colpo di pistola e il suicidio intorno alle 6 del mattino. Così ha deciso di andarsene un uomo, vigilante presso la stazione metro A Barberini, questa mattina.

DI PRIMA MATTINA – Poco prima delle ore sei l’uomo aveva già preso servizio e pare avesse premeditato da tempo il tragico gesto avendo preparato una lettera, lasciata sul posto, nella quale avrebbe spiegato le sue ragioni.

UN COLPO SECCO – L’uomo si sarebbe sparato un colpo secco alla testa nel bagno della fermata Barberini, una delle più centrali della linea rossa di Roma centro.

DONNA DELLE PULIZIE – A scoprire il corpo una donna delle pulizie che avrebbe notato il sangue uscire dal bagno e ha fatto scattare l’allarme e l’intervento degli agenti di polizia. Ora la polizia indaga sulla vicenda: sul posto è giunta anche la polizia scientifica per i rilievi del caso.

[form_mailup5q]

È SUCCESSO OGGI...