Si fingevano addetti Trenitalia ed estorcevano denaro ai turisti

In manette due romeni colti sul fatto mentre minacciavano due coreane e chiedevano 20 euro

0
400

Il Compartimento Polizia Ferroviaria del Lazio, nel pomeriggio di martedì 11 agosto, ha arrestato due romeni alla stazione Termini di Roma cogliendoli in flagrante mentre tentavano di estorcere denaro ai turisti.

I FATTI – I malviventi si fingevano operatori di Trenitalia nelle carrozze dei treni. Sono stati messi in manette dopo esser saliti su un convoglio in partenza, aver minacciato verbalmente due coreane, sequestrato i loro bagagli e aver chiesto 20 euro per restituirglieli. I poliziotti appostati sulla carrozza li hanno visti in diretta e li hanno immediatamente arrestati.

OCCHIO AI BORSEGGIATORI – Nell’ambito dei servizi antiborseggio predisposti nelle ultime ore, dal Comando Provinciale Carabinieri di Roma, sono stati arrestati ben 14 borseggiatori, a bordo dei mezzi pubblici e nei luoghi di maggiore presenza di turisti. In particolare a finire in manette sono stati: un cittadino romeno di 46 anni, già noto alle forze dell’ordine, senza fissa dimora, bloccato dai Carabinieri della Stazione Roma Trastevere mentre sfilava il portafogli ad un turista francese, approfittando della confusione sulla banchina della fermata metropolitana “Termini”; poco dopo, altri due cittadini romeni di 45 e 47, anche loro senza fissa dimora, all’interno della fermata della metro “Barberini”, sono riusciti a rubare il portafogli a un turista tedesco, ma sono stati bloccati dai Carabinieri della Stazione Roma Piazza Dante.

GLI ALTRI – I Carabinieri delle Stazioni Roma Piazza Farnese e Vittorio Veneto, in due distinti episodi, hanno arrestato un giovane spagnolo di 25 anni, senza fissa dimora, una bosniaca di 26 anni e un romeno di 28, sorpresi all’interno delle fermate metro “Termini” e “Barberini” mentre stavano alleggerendo alcuni turisti; una coppia di romeni, lei di 18 anni e lui di 39 anni, con precedenti, è stata arrestata dai Carabinieri della Stazione Madonna del Riposo all’altezza della fermata metropolitana Cipro, dopo essersi impossessati del portafogli di un turista olandese di 60 anni; a piazza Santa Maria Maggiore sono finite in manette 3 cittadine nomadi, di 16, 21 e 35 anni, provenienti dal campo nomadi di Castel Romano, sorprese dai militari mentre tentavano di impossessarsi del portafogli di una turista giapponese; infine altri 3 cittadini romeni di 23, 28 e 29 anni, tutti domiciliati a Ladispoli e con diversi precedenti, sono stati bloccati all’interno della metro Termini, dopo aver alleggerito un turista giapponese.  In tutti i casi la refurtiva sottratta alle vittime è stata recuperata e poi restituita.

[form_mailup5q lista=”newsletter generale”]

È SUCCESSO OGGI...