Parioli, il presidente Ferrero denunciato dai condomini

Al centro delle querelle la ristrutturazione del suo appartamento

0
513

Autunno nero per il presidente della Sampdoria, Massimo Ferrero. Dopo l’indagine della procura di Roma per presunti omessi versamenti di circa 200mila euro, “er Viperetta” si trova nuovamente sul banco degli imputati per la ristrutturazione del suo appartamento ai Parioli che ha spinto gli inquilini del suo condominio a costituirsi parte civile e a denunciarlo.

L’ACCUSA – Al vulcanico patron blucerchiato si contestano, nello specifico, la demolizione dei tramezzi, lo smantellamento della vecchia pavimentazione e l’abbattimento della cabina sauna, effettuati nonostante avesse ricevuto un “ordine di immediata sospensione dei lavori emessa dal direttore dell’Unità organizzativa tecnica del II municipio di Roma, in data 20 maggio 2011”, come spiegato dal pm Louella Santini nel capo d’imputazione. Un divieto che sarebbe stato disatteso dal produttore cinematografico romano e che avrebbe portato gli altri inquilini a costituirsi parte civile nel processo.

LA DIFESA – Per l’avvocato del presidente sampdoriano, Vittorio Pisa, Ferrero si sarebbe “limitato a eliminare le infiltrazioni di cui si lamentava il condominio”, provvedendo “alla rimozione di una sauna e al conseguente spostamento di un tramezzo interno, connesso all’intervento della sauna, ripristinando la situazione antecedente. Opere per le quali ritengo – ha aggiunto il legale – non fosse necessario alcun permesso”. “Ferrero – ha quindi concluso – non ha commesso nessun abuso edilizio. Confido che la prossima udienza possa chiarirsi la posizione del presidente Ferrero”. La sentenza è attesa per il 18 novembre prossimo.

 

[form_mailup5q lista=”parioli”]

È SUCCESSO OGGI...