Palpeggiate e derubate all’Esquilino: incubo per due 20enni

I carabinieri hanno arrestato un ragazzo somalo di 19 anni. Si cerca il suo complice

0
321

Ancora un episodio di violenza, nel cuore della Capitale. Vittime, questa volta, due giovani turiste portoghesi, aggredite ieri sera in via Giolitti, nei pressi della stazione Termini, da due ragazzi somali. Mentre la più giovane, di 22 anni, veniva molestata e palpeggiata, l’altra, di 23, veniva derubata del portafoglio.

I SOCCORSI – In soccorso delle turiste sono intervenuti i carabinieri del comando Roma Piazza Venezia e quelli del nucleo operativo della compagnia Roma Centro. I malviventi, però, erano già scappati. Le ragazze hanno comunque fornito una sommaria descrizione dei loro aggressori ai militari che, poco dopo, in piazza dei Cinquecento, sono riusciti a individuare e arrestare uno dei due, un 19enne, che nel tentativo di guadagnare la fuga, ha anche opposto resistenza. Il suo complice è invece riuscito a fuggire con il portafogli della 23enne ed è tuttora ricercato.

L’ARRESTO – Il 19 anni, senza fissa dimora, disoccupato e già noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato con l’accusa di violenza sessuale, concorso in furto aggravato e resistenza a pubblico ufficiale. Portato in caserma, è stato trattenuto in attesa di essere condotto presso il Tribunale di Roma per il rito direttissimo.

 

[form_mailup5q lista=”newsletter generale”]

È SUCCESSO OGGI...