Trovato morto a casa in una pozza di sangue: tragedia a Roma Est

Per il giovane, un ingegnere sposato, la pista più accreditata è quella del suicidio

0
733
ambulanza

Polsi e collo tagliati da una lama. Il corpo senza vita in una vasca colma di sangue. Così è stato trovato, ieri pomeriggio, un ingegnere 29enne, sposato, nel bagno del suo appartamento in zona Torre Angela.

IL TRASPORTO AL POLICLINICO TOR VERGATA

A scoprirlo così sarebbe stata la moglie che ha subito chiamato i soccorsi. Trasportato al vicino policlinico Tor Vergata, il ragazzo, però, è deceduto lo stesso per le conseguenze delle profonde ferite.

LA PISTA DEL SUICIDIO

La pista più accreditata, al momento, sarebbe quella del suicidio. Secondo il quotidiano Il Tempo, il giovane soffriva di crisi depressive e ansia ed era in cura da uno psicologo. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Frascati. Il corpo è ora in attesa dell’autopsia mentre la casa è stata sottoposta a sequestro.

È SUCCESSO OGGI...