Roma, ambulante morto in un clima di caccia alle streghe

0
425

“Innazitutto esprimiamo le nostre sentite condoglianze ai familiari, partenti e amici di Maguette Nian. La morte di Niang, lavoratore ambulante, avviene mentre era in cerca del pane per se’ e per la famiglia. In attesa delle indagini da parte della magistratura, intendiamo sottolineare che tutto questo avviene in un clima generale di caccia ai poveri e diversi alimentato anche dal Decreto Minniti voluto dal governo Gentiloni. Un provvedimento che criminalizza i migranti, i profughi e le poverta’.

 

Sono mesi che i lavoratori ambulanti denunciano quello che definiscono una serie di vere rappresaglie da parte di alcuni elementi della Polizia locale. La sindaca Raggi e l’Amministrazione Roma Capitale non possono limitarsi ad una mera dichiarazione di circostanza. A questi lavoratori mancano anche gli spazi per svolgere la propria attivita’. Saremo a fianco dei familiari e della sua comunita’ sul piano morale, legale e sociale. Soprattutto nella mobilitazione convocata dalla comunita’ senegalese per venerdi’ 5 maggio alle ore 16 a piazza Venezia, lato Campidoglio, con invito a partecipare per tutti i cittadini e le associazioni”. Cosi’ in un comunicato Aboubakar Soumahoro dell’Esecutivo Nazionale Usb.

È SUCCESSO OGGI...