Sciopero generale al via, Roma paralizzata dai sindacati

Otto ore di stop, dalle 9 alle 17, contro Jobs Act e legge di Stabilità

0
292

È iniziato alle 9 di questa mattina, venerdì 12 dicembre, lo sciopero generale di otto ore indetto da da Cgil, Uil e Ugl contro il Jobs Act, le misure della legge di Stabilità, le politiche economiche e la pubblica amministrazione. La protesta, che terminerà alle 17, coinvolge tutti i settori, dalla sanità agli uffici pubblici, dalla scuola ai trasporti, e minaccia di paralizzare la Capitale con il maxi-corteo dei lavoratori che, partito da piazza dell’Esquilino, attraverserà via Cavour, via dei Fori Imperiali, piazza Venezia e piazza Santi Apostoli.

I TRASPORTI – A incrociare le braccia ci sono anche i dipendenti del trasporto pubblico su gomma e su ferro, che aderiscono alle sigle Filt Cgil, Uil Trasporti e Ugl e che non garantiranno le corse di autobus, tram, filobus, metropolitane e il regolare funzionamento delle ferrovie Roma-Lido, Termini-Giardinetti e Roma-Viterbo. Dalle 8,30 alle 12,30 fermi anche i mezzi delle linee Atac. Stop di otto ore, invece, per i lavoratori di Cotral e RomaTpl

LE MANIFESTAZIONI – Via Cavour, via dei Fori Imperiali e piazza Venezia saranno alcune delle tappe del percorso autorizzato per il maxi-corteo organizzato da Cgil e Uil che partirà alle nove da piazza dell’Esquilino e si snoderà fino a piazza Santi Apostoli, in cui sfileranno anche i tassisti, i portantini con le ambulanze, finanche gli agricoltori con i trattori. I movimenti per il diritto dell’abitare manifesteranno a Porta Pia; in piazza Luigi Sturzo e a Piramide manifesteranno i coordinamenti studenteschi mentre, nell’area di piazza della Minerva, gli universitari.

 

[form_mailup5q lista=”mobilità”]

È SUCCESSO OGGI...