Terrore a Pomezia, tre ragazzi minacciano di gettarsi nel vuoto

I giovani fanno parte delle famiglie destinatarie dell’ordinanza di sgombero in quanto occupanti abusivi

0
501

Sono dovuti tornare in piazza Indipendenza i vigili del fuoco di Pomezia, dove da ieri sera alcuni ragazzi che vivono nelle case popolari di piazza Aldo Moro e fanno parte delle famiglie destinatarie dell’ordinanza di sgombero in quanto occupanti abusivi, sono saliti nel ballatoio che unisce il tetto dell’edificio delle Poste con quello della sede centrale del Comune di Pomezia.

LA PROTESTA – Visto che il sindaco Fabio Fucci non ha ricevuto i ragazzi per un colloquio, come da loro richiesto, i giovani hanno minacciato a gran voce di buttarsi di sotto, dando la colpa proprio all’amministrazione di tale gesto.

L’INTERVENTO DEI VIGILI DEL FUOCO – Per evitare che qualcuno si facesse male i vigili del fuoco hanno posizionato sotto gli archi un gonfiabile e stanno cercando di convincere i giovani a scendere. Sul posto è atteso il comandante del Commissariato di Polizia di Ostia, Antonio Franco.

È SUCCESSO OGGI...