La verità sulla morte di Ciro Esposito: chiusa l’inchiesta

Prima la colluttazione poi lo sparo con la pistola. Innocenti 4 tifosi romanisti

0
354
gastone de santis spari ciro esposito a carogna

Conclusa per la Procura della Repubblica di Roma l’indagine per gli incidenti accaduti il 3 maggio dello scorso anno in margine alla partita Napoli-Fiorentina. In quell’occasione rimase gravemente ferito il tifoso napoletano Ciro Esposito poi morto in ospedale 53 giorni dopo gli scontri. A ferirlo, secondo l’accusa fu l’ultrà giallorosso Daniele De Santis che ora è imputato di omicidio volontario e di tentativo di omicidio di due tifosi partenopei Gennaro Fioretti e Alfonso Esposito. Entrambi sono imputati nell’inchiesta di rissa aggravata. Il pubblico ministero Eugenio Albamonte ha invece stralciato la posizione di quattro altri tifosi giallorossi che erano in compagnia di De Santis quando fu preso d’assalto nella zona di Tor di Quinto un pullman di tifosi napoletani. De Santis che rimase anche gravemente ferito ferì Ciro Esposito sparandogli con la pistola.

È SUCCESSO OGGI...