Castelli Romani, era l’incubo dei benzinai: ecco cosa faceva

Furti tra Velletri, Aprilia, Pomezia e litorale avvenuti tra agosto 2014 e ottobre 2015

0
339

Era diventato un serio problema per tutti i benzinai della zona dei Castelli e non solo. Un uomo di 41 anni di Pomezia è stato arrestato per furto aggravato dai militari della compagnia di Velletri, dopo un periodo di indagini. Il provvedimento di arresto è stato emesso dal giudice delle indagini preliminari del Tribunale di Velletri su richiesta della Procura della Repubblica al termine di indagini condotte dai carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia veliterna che hanno consentito di raccogliere gravi indizi di colpevolezza a carico dell’uomo, responsabile di sette furti accertati presso i distributori di carburante di Velletri, Aprilia e Pomezia avvenuti tra agosto 2014 e ottobre 2015 anche se non si escludono altri colpi messi a segno.

Il sistema ideato dal 41enne era molto semplice: l’uomo servendosi di auto via via diverse, si presentava ai distributori in orario di apertura e riempiva diverse taniche custodite nel bagagliaio, per un valore di circa 400/500 euro di carburante per volta; poi con uno stratagemma chiedeva di verificare la pressione delle gomme, così il benzinaio si allontanava e il 41enne velocemente andava via senza pagare. In questa maniera per ben sette volte è riuscito a farla franca arrecando un danno complessivo quantificato 3.800 euro equivalente a 2.600 litri di carburante.

Nel corso delle perquisizioni sono state rinvenute e sequestrate taniche ancora contenenti gasolio, per complessivi 200 litri, nella disponibilità di un uomo di Lanuvio, in collegamento con l’azione delittuosa del 41enne, il quale è stato deferito in stato libertà per il reato di ricettazione. Dagli accertamenti condotti, il carburante rinvenuto risulta essere stato rubato il 29 ottobre scorso, data a cui risale il suo ultimo colpo con le stesse modalità in danno di un distributore “IP” di Torvaianica. I carabinieri di Velletri stanno continuando le indagini per verificare eventuali altri simili colpi ai distributori della zona.

[form_mailup5q lista=”newsletter generale”]

È SUCCESSO OGGI...