Tentato omicidio, presa Fabiola Moretti ex banda della Magliana

Tra finzione e realtà ecco il profilo di questo personaggio tanto discusso

0
2198

Nella fiction avrebbe ispirato il personaggio Donatella di Romanzo Criminale. Nella realtà invece Fabiola Moretti, 58enne, è l’ex compagna del “Camaleonte” della Banda della Magliana, Danilo Abbruciati, e legata al boss Enrico “Renatino” De Pedis da una profonda amicizia. Nei giorni scorsi la cosiddetta Primula rossa ha accoltellato il convivente 23enne della figlia. Con l’accusa di tentato omicidio e di evasione i carabinieri della stazione zona Divino Amore e di Pomezia l’hanno tratta in arresto.

LA RICOSTRUZIONE – In base alla ricostruzione dei militari, Moretti, che si trovava ai domiciliari, si è recata insieme al figlio I. M. nell’abitazione del convivente della figlia e lo ha minacciato di morte con una pistola giocattolo. Ne è nata una colluttazione durante la quale Moretti ha estratto un coltello con una lama di 10 centimetri e ha accoltellato il 23enne quattro volte, al torace, all’addome e alla gamba. Il giovane è stato trasportato in codice rosso al Sant’Anna di Pomezia. Oltre alla ex componente della Banda della Magliana, è finito in manette anche il figlio: i due sono rimasti feriti a loro volta nella colluttazione e sono stati medicati in ospedale.

IL PROFILO – Fabiola Moretti è un’ex pentita della banda della Magliana e legata in passato a Danilo Abbruciati e Franco Mazza, esponenti dell’organizzazione che ha insanguinato Roma a cavallo tra gli anni ’70 e ’80.

La Moretti è tornata più volte in carcere per aver violato gli arresti domiciliari in questi anni. Lei, che ha precedenti per traffico di sostanze stupefacenti, oltre a collaborare nell’inchiesta sulla banda della Magliana, è stata per anni la grande accusatrice dell’ex senatore Claudio Vitalone nell’ambito dell’inchiesta sull’omicidio del giornalista Mino Pecorelli.

È SUCCESSO OGGI...