Muore carabiniere in un tragico scontro: Acilia in lutto

Il quartiere alla periferia di Roma si stringe intorno alla madre dell'appuntato

0
1258

La morte è arrivata ieri a Piacenza dopo un tragico inseguimento finito nel peggiore dei modi. L’appuntato Luca Di Pietra, 39 anni e tre figli, è morto nello schianto della sua Punto nell’impatto contro un Tir mentre stava inseguendo un malavitoso.

ACILIA NEL DOLORE – Oggi il dolore è tutto concentrato ad Acilia, dove lui era originario e dove vive ancora la madre Felicia Palangio, dipendente del comune di Roma. Il X Municipio di Roma ha voluto pubblicamente dirsi vicino alla donna, insieme alla popolazione che in queste ore è costernata per la morte di un suo ragazzo che aveva coronato il sogno di lavorare nell’Arma dei Carabinieri. E in un comunicato il municipio fa sapere che l’Amministrazione “si stringe attorno alla signora Felicia Palangio, dipendente comunale presso l’Ufficio anagrafico di Acilia, per la tragedia che ha colpito la sua famiglia. Ieri, a seguito di un inseguimento vicino all’ingresso dell’Autostrada A21 a Castel San Giovanni nel Piacentino, ha perso la vita Luca Di Pietra, carabiniere del Nucleo radiomobile di Piacenza”.

LA MAMMA PREMIATA – Tra l’altro lo scorso 23 luglio, Felicia Palangio, insieme con altre colleghe del Servizio anagrafico di Acilia, aveva ricevuto una lettera di encomio dal sindaco di Roma Capitale Ignazio Marino: si era infatti prodigata nel seguire una pratica di adozione internazionale. “Il presidente del X Municipio di Roma Capitale Andrea Tassone – continua il comunicato – la giunta municipale e il consiglio municipale esprimono cordoglio per la drammatica scomparsa del carabiniere Luca Di Pietra, avvenuta durante l’espletamento delle funzioni di servizio”.

[form_mailup5q lista=”acilia”]

È SUCCESSO OGGI...