Ostiense, molestatore violento arrestato 2 volte in poche ore

Nel primo caso l’uomo ha seguito una studentessa brasiliana di 22 anni fin dentro l’androne del palazzo di casa, l’ha spinta contro un muro e l’ha palpeggiata

0
293

Un impiegato di 32 anni, di origini siciliane ma da tempo residente a Roma, già conosciuto alle forze dell’ordine, l’altra sera, dopo aver molestato una ragazza, è stato arrestato dai carabinieri della stazione Roma Garbatella e condotto in carcere. Il giorno seguente, dopo la convalida dell’arresto, l’uomo è stato rimesso in libertà e dopo poche ore è stato arrestato nuovamente, questa volta dai carabinieri del nucleo Radiomobile, perché stava molestando altre due donne a bordo di un autobus, nei pressi di San Pietro.

IL PRIMO EPISODIO – Nel primo caso, l’uomo ha seguito una studentessa brasiliana di 22 anni fin dentro l’androne del palazzo di casa, in zona Ostiense, l’ha spinta contro un muro e l’ha palpeggiata. Aggredita sessualmente, la donna ha tentato di divincolarsi urlando e ciò ha messo in fuga l’aggressore, arrestato immediatamente dopo da una pattuglia di Carabinieri della Stazione Roma Garbatella attivata dalla Centrale Operativa a seguito della richiesta di soccorso al 112. Dopo aver trascorso la notte in una cella del carcere di Regina Coeli, l’uomo è stato quindi rimesso in libertà, il giorno seguente, al termine dell’udienza di convalida dell’arresto. Dopo poche ore e il maniaco è entrato nuovamente in azione.

IL SECONDO EPISODIO – Infatti, nella serata del giorno stesso in cui era stato scarcerato, mentre si trovava a bordo di un autobus di linea, nei pressi di San Pietro, l’uomo ha molestato altre due ragazze, entrambe di nazionalità greca e in Italia per turismo. L’autista del mezzo pubblico, capito quanto stava accadendo, ha cercato di farlo desistere ma non ci è riuscito ed allora ha allertato una pattuglia di Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma che stava transitando in strada proprio in quel momento. I militari hanno quindi arrestato nuovamente il 32enne con l’accusa di violenza sessuale aggravata e lo hanno condotto, ancora una volta, nel carcere di Regina Coeli a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

[form_mailup5q lista=”ostiense”]

È SUCCESSO OGGI...