Roma, studenti spacciavano Ecstasy all’università: maxi sequestro

Nelle università romane giovani spacciatori vendevano ecstasy prima e dopo l'inizio delle lezioni

0
286
Ciampino, offrono ecstasy all'interno di una discoteca

Vendevano ecstasy nelle aule universitarie e non perdevano occasione per spacciarne un po’ prima e dopo l’inizio delle lezioni. Ma quello che per loro era un “lavoretto” da inframmezzare con i corsi universitari durante la giornata per qualche malvivente della criminalità campana era una grossa fonte di guadagno.

CHIUSE INDAGINI – Così stamattina ha avuto uno sbocco decisivo l’inchiesta della Procura di Napoli che da tempo stava seguendo un giro di spaccio di ecstasy negli atenei romani. Le indagini hanno riguardato non solo la capitale ma anche le zone di Napoli e Caserta dove la droga si trovava. Ad essere arrestate ben 18 persone con l’accusa di associazione a delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti.

11 ARRESTATI – Arrestate 11 persone in flagranza di reato e sequestrati grossi quantitativi di droga. Le indagini erano partite dal pedinamento di alcuni tossicodipendenti di Caserta e dintorni che si recavano a Napoli e in provincia per procurarsi la droga che poi rivendevano nel loro territorio.

[form_mailup5q]

È SUCCESSO OGGI...