Saldi e rischio attentati: arriva il piano antiterrorismo

Presidiati outlet e vie dello shopping ma nessuna minaccia specifica

0
803

In occasione dell’inizio dei saldi, al via nel Lazio da martedì 5 gennaio, il questore Nicolò D’Angelo ha intensificato la sicurezza a Roma con specifiche misure antiterrorismo. L’ordinanza di servizio contiene il piano approvato dal comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, coordinato dal prefetto Franco Gabrielli per garantire la sicurezza dei cittadini in previsione del maggior afflusso che si registrerà con l’arrivo dei saldi invernali.

IL PIANO SICUREZZA – Il piano prevede un’intensificazione dei presidi delle forze dell’ordine nei grandi centri commerciali, compresi gli outlet di Valmontone e Castel Romano, e nelle vie dello shopping capitolino, sia nelle aree centrali sia in quelle periferiche. Secondo il modello organizzativo messo a punto in una riunione tecnica alla quale hanno partecipato anche i responsabili della sicurezza dei grandi centri commerciali, in ciascuna di queste località sarà presente una task force della polizia o dei carabinieri, con un camper che fungerà da base d’appoggio e pattuglie appiedate che garantiranno un più capillare presidio del territorio. Le forze dell’ordine integreranno i piani di sicurezza già presenti, in una logica di partenariato pubblico/privato dedicata alla sicurezza. Il piano prevede inoltre uno specifico focus informativo che sarà curato dalla Digos e l’ulteriore intensificazione dei controlli sulle linee metropolitane e nelle arterie autostradali interessate, controllate dalla polizia stradale. Impiegato anche il personale formato per garantire interventi di alta specializzazione. Il piano sarà contestualmente monitorato ed eventualmente adattato alle esigenze concrete. Va detto, tuttavia, che al momento non risulterebbero minacce specifiche.

 

[form_mailup5q lista=”newsletter generale”]

È SUCCESSO OGGI...