Regione Lazio, accordo Cotral – comuni dei Castelli per il trasporto locale

Incontro lunedì mattina a Palazzo Chigi tra il presidente Amalia Colaceci e i primi cittadini

0
376

Cotral, sì della proposta del sindaco di Albano per la riorganizzazione del trasporto locale con Roma sulla direttrice Appia. E quanto fanno sapere i Comuni di Albano Laziale, Comune Capofila del Trasporto Pubblico Locale, Ariccia, Castel Gandolfo, Genzano di Roma, Lanuvio e Nemi che insieme a Cotral Spa hanno condiviso la proposta dell’Amministrazione di Albano Laziale, relativamente alla riorganizzazione del servizio lungo la direttrice Appia, anche in vista dei lavori di ristrutturazione del Ponte Monumentale di Ariccia. La decisione è stata presa nel corso di un incontro tenutosi a Palazzo Chigi tra il Presidente Cotral Spa Amalia Colaceci e i Sindaci dell’area.

I lavori, spiega una nota, “non inizieranno se non dopo l’apertura della cosiddetta Tangenziale di Albano fino allo snodo del Crocefisso”. E’ stato “concordato l’utilizzo di mezzi ecologici per la tratta Velletri – Roma e il potenziamento della navetta Albano – Genzano con l’eventualità di estenderne la percorrenza sino a Nemi e Castel Gandolfo. Si è inoltre convenuto di interdire il transito dei bus Cotral su via della Stella (Albano Laziale), via Appia Antica (Ariccia) e via di Vallericcia (Ariccia), deviandoli su via Trilussa (Albano Laziale) e via Maremmana Inferiore (Albano Laziale – Ariccia – Genzano di Roma). Inoltre la navetta STL, che svolge il servizio tra Albano e Genzano, potrà tornare a transitare sul Ponte Monumentale, eliminando i problemi di traffico e inquinamento nel quartiere di Villa Ferrajoli – Roccolo. Conseguentemente saranno eliminate le fermate di Borgo Garibaldi (Albano Laziale), adiacenti la sede Asl Rm H e il Commissariato di Polizia in direzione Velletri». Così in una nota il comune di Albano Laziale.

«Questa proposta di fatto mantiene inalterato il livello del Servizio Pubblico all’interno del nostro territorio – afferma il sindaco Nicola Marini – garantendo in particolare le fasce protette (studenti, pendolari e anziani). Inoltre questo comporterà una maggiore tutela in termini di inquinamento, in particolare per i nostri centri storici. Vogliamo proseguire in questo percorso di condivisione con i Comuni vicini e con il Cotral, in modo da superare le criticità e migliorare il servizio per renderlo sempre più efficiente”.

[form_mailup5q lista=”regione lazio”]

È SUCCESSO OGGI...