La Regione Lazio in campo contro la violenza sulle donne

10 azioni in favore delle donne, sotto lo slogan "Oltre l'indignazione, l'impegno". Promossa per il 25 settembre una giornata di mobilitazione nelle scuole. Il Comune di Roma non ha partecipato al bando per finanziare progetti di investimento per l'acquisto e l'installazione di videosorveglianza degli spazi pubblici

0
484

La Regione Lazio scende in campo contro la violenza sulle donne. Il giorno dopo l’ennesimo caso di stupro a Roma, il governatore Nicola Zingaretti ha illustrato oggi 10 azioni in favore delle donne, sotto lo slogan “Oltre l’indignazione, l’impegno”. Inoltre ha fatto un appello affinchè il prossimo 25 settembre si svolga una giornata straordinaria di attività nelle scuole.

“Faccio un appello alle scuole del Lazio perchè lunedì ci sia con i professori e con gli studenti una giornata o delle occasioni di riflessione per produrre dei disegni, dei testi, delle iniziative che segnino una reazione” ha detto il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, durante una conferenza stampa convocata a seguito dell’ennesimo stupro a Roma.

“Noi stiamo dalla parte delle donne, raccoglieremo sul nostro sito internet tutto il materiale per presentarlo il 25 novembre, Giornata nazionale contro la violenza alle donne – ha spiegato Zingaretti -. Era un atto di civiltà dovuto per evitare che di fronte a questo ulteriore atto di violenza ci si limitasse all’indignazione o ad aspettare che le notizie dalla cronaca nera scomparissero”.

Il governatore ha ricordato: “Sono 4 anni che questa Regione caratterizza le sue politiche attive anche contro la violenza sulle donne. Questo ci ha portato ad avere una legge contro la violenza di genere. Abbiamo investito circa 8 milioni di euro per aprire nuovi centri antiviolenza e non far chiudere i vecchi, finanziamo per circa 1 milione di euro molti progetti per accompagnare le donne vittime di violenza, ma anche progetti culturali per combattere la radice della violenza. Ma dopo quanto avvenuto l’altro giorno a Villa Borghese, ci sentiamo proprio forti di questa coerenza di chiamare tutti alla mobilitazione culturale. Ringrazio quelle scuole che risponderanno all’appello, quei presidi, quei professori, che già si sono resi disponibili lunedì per organizzare delle iniziative. Sul nostro sito internet offriremo testi, film da vedere, suggerimenti su come condurre la giornata di lunedì”.

Tra le azioni messe in campo dalla Regione Lazio a contrasto della violenza sulle donne, c’è anche il bando da 1,9 milioni di euro per finanziare progetti di investimento per l’acquisto e l’installazione di videosorveglianza degli spazi pubblici. Il presidente della Regione Lazio ha spiegato che “hanno partecipato al bando 254 Comuni e ci sono progetti da 12 Municipi della Capitale”. Assente il Comune di Roma. “È vero, è così” ha risposto Zingaretti a chi gli chiedeva il perchè della mancata partecipazione del Campidoglio.

Inoltre Zingaretti ha anche spiegato che “i provvedimenti che abbiamo presentato sono frutto di una programmazione che ha avuto inizio con l’avvio della legislatura. Si tratta solo dell’ulteriore voglia di dire che stiamo combattendo, non di campagna elettorale”.

(Fonte Agenzia Dire)

È SUCCESSO OGGI...