As Roma, Garcia esalta Doumbia e Florenzi: stima, anima e gol

Esami strumentali per l'attaccante giallorosso, che ha accusato un problema al flessore della gamba destra

0
494
as-roma-florenzi doumbia

Seydou Doumbia e Alessandro Florenzi le due ancore dell’As Roma in questo delicato momento di fine stagione. Ottengono la fiducia di Rudi Garcia e tengono la squadra a galla in questa corsa verso la Champions.

DOUMBIA – Esami strumentali per il giocatore della Roma che ha accusato un problema al flessore della gamba destra ed è dovuto uscire prima dal campo durante il match con il Genoa. Attaccante con la maglia n.88, classe ’87, arrivato a gennaio in mezzo a tante polemiche, e che ora sta riscattando il pessimo inizio. Nove presenze e due gol nelle ultime due partite, che finalmente gli hanno fatto rompere il ghiaccio con la serie A e con i tifosi.

Di lui Rudi Garcia ha detto «È arrivato senza condizione e con un problema fisico, lui e Ibarbo hanno lavorato tanto e bene e questo sta ripagando per entrambi. Le polemiche sul mercato ci stanno, ma conta quello che succede a Trigoria dove siamo stati fiduciosi e uniti nelle scelte. I ragazzi avevano bisogno di tempo, e ora ci stanno ripagando».

FLORENZI – L’abbraccio con la nonna, i gol (cinque in tutto, uno su rigore in 32 presenze, due reti nelle ultime due partite), le buone prestazioni e la stima di Garcia. Annata d’oro per il giocatore giallorosso classe ’91, che il suo tecnico definisce «l’anima della Roma».

La maglia con il numero 24 sulle spalle, chilometri e chilometri su e giù per il campo, cambia spesso ruolo ma lui va avanti per la sua strada, così il centrocampista sta conquistando tutti, confermando quanto di buono fatto anche nei due anni passati in Serie A, ma anche quello in B con il Crotone. Esperienza, maturità che ne fanno – nonostante la giovane età – un importante pezzo del puzzle.

IL PARERE – «Florenzi? Sa fare tutto – dice di lui Rudi Garcia -, ha una grande anima ma più che i singoli preferisco mettere davanti la Roma, compresi i tifosi perché siamo stati uniti per avere tutte le forze in moto per vincere le partite. Totti? Lui ha avuto parole da grande capitano, come ha fatto da quando sono qui, sia che giochi che non giochi. Il suo contributo dentro e fuori dal campo è determinante»

Poi ci sono i complimenti sinceri alla Juventus. Ma lui pensa prima di tutto alla corsa Champions.

[form_mailup5q lista=”as roma”]

È SUCCESSO OGGI...