Roma-Lazio, Dzeko e Gervinho regalano il derby ai giallorossi: 2-0

Rigore del bosniaco e fiammata dell'ivoriano. Biancocelesti in ginocchio

0
452
as roma, calcio, serie a

Vittoria nel derby e secondo posto in classifica per la Roma, che batte 2-0 la Lazio nella stracittadina di campionato grazie ai gol di Dzeko (su rigore) e Gervinho e si porta a -1 dall’Inter capolista. I biancocelesti scivolano invece in settima posizione a pari merito con Juventus e Atalanta.

PRIMO TEMPO – Garcia sceglie una Roma ultra-offensiva con Iago Falque, Gervinho, Salah e Dzeko in campo dall’inizio. Pioli opta per un atteggiamento più guardingo con un 4-3-3 con Candreva e Felipe Anderson molto bloccati. Inizio teso, ma al primo vero assalto la Roma passa: Dzeko stoppa palla e supera Gentiletti che lo stende, Tagliavento indica il dischetto. Fallo netto, avvenuto forse qualche centimetro fuori dall’area di rigore laziale. L’attaccante bosniaco resta algido e con una conclusione centrale sblocca il risultato. La Lazio ferita reagisce subito con Candreva imbeccato da Biglia, ma la sua conclusione termina alta. Sfida divertente con le due difese che appaiono in difficoltà. Al 26’ si accende Felipe Anderson che supera Vainqueur ed esplode il destro che supera Szczesny, ma si infrange sulla traversa. Roma che non accusa il colpo, ma anzi si affaccia in avanti con Gervinho che viene steso da Gentiletti, già ammonito, ma Tagliavento sorvola. Poco dopo è Rudiger che salva la Roma anticipando Candreva e Djordjevic su un inserimento di Radu. I giallorossi, dopo il doppio pericolo corso, ritornano a spingere e Gervinho serve un pallone al bacio a Dzeko che spedisce fuori a porta vuota. Prima dell’intervallo rasoiata maligna di Nainggolan che beffa Marchetti, ma va a colpire la parte esterna del palo.

SECONDO TEMPO – Nessun cambio durante l’intervallo e Lazio che rientra più convinta in campo con l’inserimento di Parolo trovato da Felipe Anderson, ma il tiro a scendere del centrocampista azzurro termina alto. La Roma continua a ripartire di rimessa sfruttando la velocità di Salah e Gervinho che la difesa biancoceleste soffre dannatamente. L’egiziano toccato duro da Lulic lascia il campo a Florenzi. Nella Lazio Pioli richiama Djordjevic e inserisce Klose. I padroni di casa, però, conoscono bene le loro armi migliori e Gervinho taglia alle spalle della difesa laziale e con una rasoiata raddoppia. Pioli si gioca allora il tutto per tutto con Keita al posto di Radu, che poco prima aveva rischiato il rosso dopo un faccia a faccia con Florenzi. Lazio sulle gambe che come si sbilancia subisce le ripartenze giallorosse con Keita, entrato al posto di Vainqueur, che ha la palla del tris, ma spedisce fuori da buona posizione. Pioli richiama un Candreva sottotono e inserisce Matri. Le aquile avrebbero l’occasione per riaprire il match allo scadere, quando Keita supera Torosidis e mette un pallone d’oro al centro per Klose che in spaccata manda alto a porta vuota. Nei cinque minuti di recupero non accade altro e la Roma esce rinforzata dal match, mentre la Lazio inanella la terza sconfitta consecutiva.

PAGELLE

ROMA : SZCZESNY 6, TOROSIDIS 6.5, MANOLAS 7, RUDIGER 7, DIGNE 6.5, NAINGGOLAN 7, VAINQUEUR 6.5 (KEITA sv), GERVINHO 7.5 (ITURBE sv), IAGO FALQUE 6.5, SALAH 6.5 (FLORENZI 6.5), DZEKO 8. GARCIA 7.5

LAZIO: MARCHETTI 5, BASTA 5, MAURICIO 5.5, GENTILETTI 5, RADU 5 (KEITA 6); PAROLO 5.5, BIGLIA 5.5, LULIC 6.5; CANDREVA 4 (MATRI sv), DJORDJEVIC 5 (KLOSE 5), FELIPE ANDERSON 6. PIOLI 5

(foto di Paolo Pizzi)

[form_mailup5q lista=”as roma”]

[form_mailup5q lista=”ss lazio”]

È SUCCESSO OGGI...