Stadio della Roma, Grillo: «Se si farà sarà sentita la popolazione»

0
1663
Stadio Roma Grillo

“Lo stadio? Ancora non so se sarà fatto ma se lo faremo sarà fatto con criteri innovativi e in modo condiviso; prima sentiremo la popolazione interessata dal progetto e con loro potremo costruire una cosa straordinaria”, ha detto Beppe Grillo andando ad incontrare la sindaca Raggi. “Se lo stadio si dovesse fare sarà uno stadio fatto con dei criteri che da queste parti non hanno mai visto e se ne dovrà occupare un costruttore non un palazzinaro” ha affermato. “Ci sono delle problematiche che verranno discusse. Con lei e con la giunta – ha aggiunto – parleremo di questa città meravigliosa e dei progressi che abbiamo fatto”. Quanto al progetto stadio, “qualsiasi costruzione sarà fatta con criteri innovativi e con le tecnologie che ci sono oggi, ma prima sentiamo la popolazione interessata al progetto e insieme a loro costruiremo una cosa straordinaria”.
Una telenovela infinita insomma. Un nuovo capitolo si è svolto oggi sullo stadio della Roma e ancora deve concludersi. E sulla questione è intervenuto il ministro Dario Franceschini. “Ha detto bene il ministro Madia: su vincoli e pareri le soprintendenze sono autonome e indipendenti e il ministro dei Beni culturali non ha alcuna possibilità di condizionarne le scelte. Se intervenissi per cercare di influenzare procedimenti in corso, violerei la legge, commettendo un atto illecito”. Lo ha detto il ministro Dario Franceschini, a margine di un incontro al Collegio Romano, sulla questione dello stadio della Roma, ricordando che “la decisione finale, per la parte di competenza statale, potrà essere portata alla decisione del Cdm”.
“Esistono percorsi amministrativi e giurisdizionali che consentono a tutti gli interessati, privati o istituzionali, di tutelarsi”, ha sottolineato Franceschini. “Come previsto da uno dei decreti della riforma che porta il nome del ministro Madia, a conclusione dell’iter in Conferenza dei servizi, la decisione finale, per la parte di competenza statale – ha concluso – potrà essere portata alla decisione del Consiglio dei Ministri”.

(foto Dire)

È SUCCESSO OGGI...