Rugby World Cup, Italia-Irlanda in diretta tv: ecco le formazioni

Gli azzurri ritrovano come titolare dal primo minuto il capitano Sergio Parisse. Ben cinque i cambi di Brunel

0
601
Rugby-italia-parisse

Jacques Brunel, ct della Nazionale Italiana Rugby, ha annunciato la formazione che affronterà l’Irlanda domenica allo Stadio Olimpico di Londra nella terza giornata della Pool D della Rugby World Cup.

DIRETTA TV – L’incontro si disputerà alle ore 16.45 locali, le 17.45 in Italia, e sarà trasmesso in diretta da Sky Sport 2. MTV Italia manderà in onda la gara in differita a partire dalle 23.

IL RIENTRO – Per il match che può spalancare o chiudere definitivamente agli azzurri le porte dei quarti di finale l’Italrugby ritrova dall’inizio il suo capitano Sergio Parisse, che torna ad indossare la maglia numero otto dopo aver saltato per infortunio le prime due partite della rassegna iridata

Con Parisse, sono complessivamente cinque – quattro dei quali in mischia –  i cambi apportati dal ct alla formazione titolare che a Leeds ha battuto il Canada: tra i trequarti una sola novità, con Michele Campagnaro che torna titolare della maglia numero tredici indossata contro la Francia al posto di Benvenuti, che trova posto in panchina, dividendo la cerniera dei centri con Garcia.

CONFERME – Invariato il triangolo allargato visto nelle prime due partite, con McLean estremo e Sarto e Venditti all’ala. Confermata per il quarto match consecutivo la mediana con Allan apertura e Gori numero nove ed invariata la seconda linea con la coppia Furno-Geldenhuys, tra le terze linee Brunel lancia dall’inizio il cacciatore di uomini Simone Favaro sul lato aperto, con Minto a completare la terza linea sul lato chiuso.

CAMBI – Gli ultimi due cambi sono in prima linea, con Aguero che torna titolare della maglia numero uno sul lato sinistro, Cittadini confermato a destra ed Andrea Manici che, con Ghiraldini indisponibile, conquista la sua prima maglia da titolare in Nazionale nel match più importante del Mondiale azzurro.

In panchina vanno Giazzon come tallonatore, i piloni Rizzo e Chistolini, le due terze linee Zanni e Bergamasco, la mediana alternativa Palazzani-Canna e Benvenuti, in grado di ricoprire i ruoli di centro ed ala.

L’ARBITRO – All’Olimpico dirige l’esperto direttore di gara francese Jerome Garces, in quello che è il venticinquesimo scontro diretto tra il XV in verde e l’Italrugby, con un bilancio di venti vittorie irlandesi e quattro italiane.

Un solo precedente ai Mondiali, il 2 ottobre del 2011 a Dunedin, con l’Irlanda che si impose per 36-6, eliminando l’Italia dalla Rugby World Cup neozelandese mentre l’ultima vittoria italiana risale al 6 Nazioni 2013, all’Olimpico di Roma.

LA FORMAZIONE DELL’ITALIA – 15 Luke MCLEAN (Benetton Treviso, 73 caps); 14 Leonardo SARTO (Zebre Rugby, 21 caps); 13 Michele CAMPAGNARO (Exeter Chiefs, 16 caps); 12 Gonzalo GARCIA (Zebre Rugby, 38 caps); 11 Giovanbattista VENDITTI (Newcastle Falcons, 31 caps); 10 Tommaso ALLAN (USAP Perpignan, 19 caps); 9 Edoardo GORI (Benetton Treviso,  45 caps)*; 8 Sergio PARISSE (Stade Francais, 113 caps) – capitano; 7 Simone FAVARO (Glasgow Warriors, 25 caps)*; 6 Francesco MINTO (Benetton Treviso,  21 caps); 5 Joshua FURNO (Newcastle Falcons, 33 caps)*; 4 Quintin GELDENHUYS (Zebre Rugby, 59 caps); 3 Lorenzo CITTADINI (Wasps, 42 caps); 2 Andrea MANICI (Zebre Rugby, 14 caps)*; 1 Matias AGUERO (svincolato, 39 caps). A disposizione: 16 Davide GIAZZON (Benetton Treviso, 22 caps); 17 Michele RIZZO (Leicester Tigers, 20 caps); 18 Dario CHISTOLINI (Zebre Rugby, 11 caps); 19 Alessandro ZANNI (Benetton Treviso, 92 caps); 20 Mauro BERGAMASCO (svincolato, 105 caps); 21 Guglielmo PALAZZANI (Zebre Rugby, 13 caps); 22 Carlo CANNA (Zebre Rugby, 5 caps); 23 Tommaso BENVENUTI (Bristol Rugby, 32 caps)*. (*è/è stato membro dell’Accademia FIR “Ivan Francescato”)

L’IRLANDA – Joe Schmidt ha ufficializzato la formazione dell’Irlanda. Il XV irlandese, rispetto all’ultima uscita contro la Romania, è stato completamente rivoluzionato: ben 11, infatti, i cambi attuati.  La formazione titolare che scenderà in campo contro gli Azzurri è molto più simile a quella dell’esordio vincente contro il Canada. Schmidt si affida allo zoccolo duro irlandese, puntando sui suoi giocatori di esperienza: dal rientro di capitan O’Connell a Rory Best, passando per la maglia numero 10 assegnata nuovamente a Sexton.

LA FORMAZIONE – 15 Simon Zebo (Cork Con/Munster); 14 Tommy Bowe (Belfast Harlequins/Ulster); 13 Keith Earls (Young Munster/Munster); 12 Robbie Henshaw (Buccaneers/Connacht); 11 Dave Kearney (Lansdowne/Leinster); 10 Johnny Sexton (St Mary’s/Leinster); 9 Conor Murray (Garryowen/Munster); 8 Jamie Heaslip (Dublin University/Leinster); 7 Sean O’Brien (UCD/Leinster); 6 Peter O’Mahony (Cork Con/Munster); 5 Paul O’Connell (Young Munster) cap.; 4 Iain Henderson (Ballynahinch/Ulster); 3 Mike Ross (Clontarf/Leinster); 2 Rory Best (Banbridge/Ulster); 1 Jack McGrath (St Mary’s/Leinster). A disposizione: 16 Sean Cronin (St. Mary’s College/Leinster); 17 Cian Healy (Clontarf/Leinster); 18 Nathan White (Connacht); 19 Devin Toner (Lansdowne/Leinster); 20 Chris Henry (Malone/Ulster); 21 Eoin Reddan (Old Crescent/Leinster); 22 Ian Madigan (Blackrock College/Leinster); 23 Luke Fitzgerald (Blackrock/Leinster).

[form_mailup5q lista=”rugby”]

È SUCCESSO OGGI...