Lazio, con il Livorno ora sarà un esame di maturità

Il pari con il Trabzonspor in Europa League lascia l’amaro in bocca. Cori dei tifosi contro tecnico e squadra

0
283
Ss Lazio, Radu Candreva amarezza dopo pari Trabzonspor

La Lazio deve fare un altro mea culpa. Fallito in Europa League l’obiettivo di agguantare il primo posto del girone, per avere un sorteggio più agevole per i turni successivi di coppa.

Lo 0-0 con il Trabzonspor lascia ancora una volta troppi rammarichi e mostra una squadra incapace di segnare. Ed ecco la necessità per il mercato di gennaio di prendere un attaccante, anche se non è detto che questa sia l’unica soluzione.

Petkovic nel dopo gara, nonostante i ripetuti cori dei tifosi di andare via, non cede, non dà le dimissioni e prova ad andare avanti. Anche i giocatori non hanno avuto un trattamento diverso, ma lui li difende. Il gruppo sembra compatto, ma non riesci a esprimersi a certi livelli sul campo.

Per il tecnico bosniaco la squadra meritava di più ieri, i turchi si sono messi sulla difensiva pur di non perdere. La squadra e Petkovic si prendono le proprie responsabilità, alcune critiche sono meritate, ma sono anche convinti di andare avanti al grido «tiriamoci fuori da questa situazione».

E ora c’è il prossimo esame con il Livorno, ma ad essere impietosi sono i numeri di questa Lazio, che anche se non prende gol non segna, un risultato positivo manca da tempo e comunque non si trova continuità.

Per Petkovic i giorni sono sempre più contati e la sfida con il Livorno ormai è dietro l’angolo. Serve la svolta, altrimenti saranno Lotito e Tare a dare la scossa, o meglio lo scossone.

(Foto Roberto Tedeschi)

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SULLA SS LAZIO DIRETTAMENTE NELLA TUA EMAIL

[wpmlsubscribe list=”16″]

È SUCCESSO OGGI...