Ss Lazio, squadra bella e incisiva: con Parolo e Klose si vola

Il centrocampista e l'attaccante stringono i denti e trascinano i biancocelesti al successo. La squadra di Pioli mantiene il secondo posto a 5 turni dal termine

0
500

Ha abituato bene il proprio pubblico Stefano Pioli. La Ss Lazio vince e convince e così il pareggio di domenica contro il Chievo aveva fatto storcere un po’ la bocca. Sono bastate 75 ore e sedici minuti ai suoi ragazzi per ristampare il sorriso sulle facce di tutti i supporters capitolini.

PROVA DI FORZA – Una prova di forza ha permesso ai biancocelesti di respingere il ritorno di Roma e Napoli, con i partenopei che sfideranno stasera l’Empoli. Sessantadue punti in classifica sono tanti, superiori alle aspettative.

Adesso che si è in ballo non bisogna tirarsi indietro e il mister di Parma lo ha capito bene anche perché il traguardo Champions è troppo importante, sia a livello sportivo che economico. Così i suoi ragazzi hanno subito inserito il turbo. Sedici minuti sono bastati a Radu e compagni per volare sul 3-0 contro il Parma e chiudere di fatto l’incontro.

A SEGNO – Parolo, Klose e Candreva hanno messo in discesa la strada e nel finale anche Keita ha trovato la via della rete, la prima in campionato in questa stagione. La Lazio ha dimostrato ancora una volta di non poter fare a meno di alcuni giocatori. Lo dimostra il ritorno di Parolo, ad appena diciassette giorni dalla frattura alla costola. Con lui e Cataldi in cabina di regia, le aquile sembravano andare al doppio della velocità rispetto alla gara di domenica. Il numero sedici ha anche sbloccato la partita con un bolide da fuori che gli ha permesso di eguagliare il record di reti in Serie A, ben 8.

ETERNO MIRO – Cosa dire poi di Klose. Il tedesco, uscito anzitempo contro il Chievo, ha stretto i denti e non è voluto mancare regalando un’altra super prestazione impreziosita dal dodicesimo gol in campionato. Il panzer, però ha rimediato anche un giallo che gli farà saltare per squalifica la gara contro l’Atalanta, per poi tornare nel rush finale e nei big match con Inter, Sampdoria, Roma e Napoli.

MAURI VERSO IL RECUPERO – A Bergamo Pioli dovrebbe riavere anche Mauri a pieno regime, solo dieci minuti in campo per lui ieri, e spera che il gol abbia finalmente sbloccato Keita. L’ex Barcellona potrebbe partire dal primo minuto e non è escluso che contro i bergamaschi Felipe Anderson possa iniziare dalla panchina per tirare un po’ il fiato dopo due mesi intensissimi.

Bisognerà aspettare ancora dieci giorni per rivedere de Vrij e Biglia alle prese con problemi al ginocchio e alla caviglia. Ieri è stato convocato Djordjevic che ha potuto di nuovo respirare l’aria partita e presto sarà la volta di Gentiletti. Lo stopper argentino, infortunatosi a settembre, non vede l’ora di tornare a calcare i campi. E i tifosi non aspettano altro.

[form_mailup5q lista=”ss lazio”]

È SUCCESSO OGGI...