Serie A, Lazio-Milan 1-3: le pagelle

Serata da incubo per Marchetti, deludono ancora Candreva e Felipe Anderson

0
334
Ss Lazio-Sparta Praga
ss-lazio-stefano-pioli

Una Lazio priva di idee e di gioco crolla sotto i colpi del Milan. La squadra di Mihajlovic ha passeggiato all’Olimpico imponendosi per 3-1 in un match dominato. Troppo brutta per essere vera la squadra di Pioli, incapace di costruire gioco e che ha sofferto in tutti i reparti.

LA PARTITA – La rimonta subìta a Bergamo è rimasta nella testa delle aquile che sono sembrati privi di idee e per lunghi tratti in balìa degli avversari. Il vantaggio ospite è arrivato alla mezzora del primo tempo quando il tiro-cross non irresistibile di Cerci ha sorpreso Marchetti che ha respinto male il pallone di fatto regalandolo a Bertolacci che ha insaccato. La Lazio non è riuscita a reagire nonostante durante l’intervallo Pioli avesse provato a smuovere la manovra con Cataldi al posto di Onazi. Così è arrivato il raddoppio di Méxes, appena entrato in campo. I biancocelesti hanno provato a reagire negli ultimi venti minuti, ma hanno subìto il tris poco dopo in contropiede con Bacca. Nel finale la rete di Kishna, entrato a partita in corsa, ha reso il passivo meno pesante. Una sconfitta che non ci voleva in una settimana decisiva che vedrà le aquile impegnate prima in casa del Rosenborg per provare a chiudere il discorso Europa League e poi nell’attesissimo derby della Capitale con la Roma.

LE PAGELLE

MARCHETTI 4 – Il peggiore dei suoi, determinante nelle prime due reti rossonere con due interventi suicidi. L’ex Cagliari si è assunto le responsabilità, ma la Lazio ha bisogno del portiere ammirato lo scorso anno per tornare a volare.

BASTA 5 – L’autogol di Bergamo lo ha segnato. Confusionario, impacciato e in continua difficoltà con Bonaventura. Altra serata storta per il serbo da dimenticare in fretta.

MAURICIO 5.5 – Il meno peggio della retroguardia laziale. Salva un paio di situazioni complicate e sfiora addirittura il gol in proiezione offensiva.

GENTILETTI 5 – Finisce travolto nell’imbarcata subita dai suoi.

LULIC 4.5 – Soffre terribilmente Cerci che lo supera praticamente sempre. In fase offensiva ha la palla buona per riaprire la partita, ma prova un pallonetto su Donnarumma alto quasi due metri.

BIGLIA 5 – Il capitano biancocelesti ci prova, ma non è proprio serata.

ONAZI 5 – Bene in fase di rottura, male in quella di costruzione. Il nigeriano esce all’intervallo, ma la situazione non cambia.

CATALDI 5 – Altra chance sprecata dal ragazzo di Ottavia. Pioli prova ad affidarsi a lui per riattivare il gioco biancocelesti, ma Danilo non sfrutta l’occasione. Emblema del match la sua conclusione dai trentacinque metri con Felipe Anderson solo sulla destra.

CANDREVA 4.5 – Lento, disordinato, a tratti egoista. Una delle più brutte prestazioni in maglia biancoceleste per Antonio. Non riesce mai a superare Antonelli in quasi settanta minuti.

KISHNA 5.5 – Molto più attivo del compagno, trova anche il gol nel finale (suo anche l’1-2 annullato per netto fuorigioco, ndr). La sua prova sarebbe da sufficienza, ma l’errore in appoggio che permette al Milan di fare il terzo gol è imperdonabile.

MILINKOVIC SAVIC 5 – Peggiore prestazione in maglia laziale per l’ex Genk. Gioca molto avanzato quasi vicino a Klose, ma non riesce mai a rendersi pericoloso.

MATRI 5.5 – Entra in campo tardi, ma regala un po’ di vivacità al gioco. Se magari fosse entrato prima.

FELIPE ANDERSON 5 – Si accende poco e a sprazzi. Le prime due conclusioni in porta sono le sue, ma troppo poco per il brasiliano. Dalle magie dell’ex Santos dipende anche molto del destino laziale.

KLOSE 5 – Impalpabile il tedesco. Deve ritrovare la condizione dopo il lungo infortunio, ma stasera non punge mai in avanti schiacciato da Romagnoli, Alex e Méxes.

PIOLI 4 – Sbaglia formazione confermando lo stesso undici di Bergamo col solo Klose al posto di Matri. La sua Lazio non è mai veramente in partita. I cambi sono tardivi e non sortiscono l’effetto sperato. Due ko consecutivi mancavano da un po’, ora sta a lui risollevare le sorti della squadra in una delle settimane più decisive della stagione.

[form_mailup5q lista=”ss lazio”]

È SUCCESSO OGGI...