Ss Lazio, va bene l’1-1 ma quanta sfortuna. Preoccupano gli infortuni

Marco Parolo e Stefano Pioli fanno il punto sul match di andata di Europa League con lo Sparta Praga. Radu? «Sembra quello più grave di tutti»

0
895
Ss Lazio Parolo
Ss Lazio, si fa male anche parolo

La Lazio torna da Praga con un 1-1 agli ottavi di Europa League, che lascia aperta la porta della qualificazione. E se questa è la nota positiva, Stefano Pioli a Lazio Style Channel pensa anche a un po’ di sfortuna.

SS LAZIO ANALISI

«La Lazio ha giocato una partita importante – ha spieagato il tecnico -, abbiamo commesso una distrazione imperdonabile, recuperando poi con un ottimo gol. Abbiamo reagito subito, con la consapevolezza di poter mettere in campo una buona prestazione contro un avversario tosto».

Sarà determinante il ritorno all’Olimpico fra meno di una settimana, ma sarà un piccolo vantaggio in più da sfruttare insieme a «un’interpretazione attenta e lucida, con l’aggiunta di qualche gol da segnare in più».

Poi fa il punto sui singoli: «Keita ha fatto una buona partita – ha detto Pioli – , sapevamo che le loro punte concedevano degli spazi in area difensiva. Ha fatto bene, non è stato troppo largo ma si è mosso molto per il campo attaccando anche la profondità ed entrando in possesso palla. Ora facciamo un po’ fatica a valutare gli infortuni, Radu sembra quello più grave di tutti. Mi auguro che per Konko e Basta si tratti solo di affaticamenti, altrimenti per giovedì saremo un po’ corti».

MARCO PAROLO

Il centrocampista biancoceleste Marco Parolo ha realizzato il gol dell’1-1 e ha avuto anche una chance per regalare il vantaggio ai suoi, ma anche lui confida nel ritorno.

«Abbiamo solo l’Europa per far parlare di noi – ha aggiunto il giocatore -, sappiamo che dobbiamo metterci tutto, è stato bello vedere i tifosi laziali qui in trasferta, speriamo di poterli portare ancora in giro per l’Europa. In campionato non riusciamo a raccogliere quello che stiamo creando. Se continuo a giocare così posso continuare a segnare, ogni tanto un pizzico di fortuna in più non avrebbe fatto male. Quest’anno abbiamo la sfortuna di prendere gol al primo tiro degli avversari, dobbiamo diventare più cinici».

È SUCCESSO OGGI...