Feste e cibo, arriva la sagra del Pecorino: a Nepi il 9 e 10 maggio

Protagonista il Pecorino Romano e numerosi altri prodotti della tradizione nepesina e viterbese

0
596

Un prodotto che affonda le proprie radici ai tempi degli Antichi Romani, i primi a lavorare il latte di pecora per dare vita a questo particolare formaggio, e che ancora oggi viene prodotto nelle stesse località dove è nato: le campagne del Lazio. E’ il Pecorino Romano Dop, una vera prelibatezza ormai rara, perché la gran parte della produzione è destinata ai mercati stranieri.

Nel fine settimana del 9 e 10 maggio la cittadina di Nepi con la sua proloco gli dedica una Sagra nella quale questo squisito cacio sarà proposto insieme ai migliori prodotti tipici della Tuscia; una gustosa occasione, insomma, per immergersi nei profumi e nei sapori di questo tratto del Viterbese non lontano da Roma e per scoprire una cittadina dal fascino magico: conosciuta come la “città dell’acqua” – “nepa” in etrusco significa appunto acqua – Nepi è circondata dalle caratteristiche Forre, affascinanti gole di millenaria erosione che ne delineano il paesaggio, e conserva al suo interno dei veri gioielli artistici a testimonianza di un glorioso passato.

Per due giorni gli amanti della buona tavola avranno davvero l’imbarazzo della scelta a partire ovviamente dal Pecorino Romano Dop, un prodotto che rientra nella categoria dei formaggi cotti, ovvero quei formaggi che subiscono la cagliata fino alla temperatura di 45-46 gradi; dal sapore dolce e aromatico oppure piccante e deciso a seconda della stagionatura, è una delizia sia da grattugiare che da servire in tavola, magari insieme alle fave fresche. E dato che Nepi è conosciuta anche come “la città dei cipollari” i visitatori dovranno assolutamente assaggiare la pizza con cipolla nepesina, piatta e non tonda, e ancora al salame cotto, un’altra rarità gustosa e ricercata inventata agli inizi del 900’ da un norcino locale; senza dimenticare la scapicollata, una particolare pancetta stagionata e insaporita con aromi naturali, e ancora le migliori specialità della zona come il miele, le confetture, il vino e l’olio.

Il ricco programma prevede, sabato 9 maggio, il concorso di dolci a base di ricotta romana, lo spettacolo di magia e “trucca bambini” e lo spettacolo musicale con le “Chiavi di Sol”; il giorno successivo sono invece in programma l’escursione “Forre e Formaggio”, itinerario guidato lungo i sentieri naturalistici di Nepi, la mostra micologica “Primavera 2015”, la prima edizione di “Tradional Chef” – una gara gastronomica a base di prodotti tipici della Tuscia – e lo spettacolo degli “Ous Side Big Band”.

Tra torrenti e fonti di acque minerali e solforose, Nepi offre moltissime possibilità a chiunque voglia trascorrere un fine settimana tra natura, storia e buona tavola. Immersa in una natura incontaminata, la cittadina custodisce gelosamente dei veri e propri gioielli come la Rocca dei Borgia, dove soggiornò Lucrezia, l’acquedotto Settecentesco, il Duomo e la piazza comunale con l’omonimo palazzo progettato da Antonio da Sangallo il Giovane ed abbellita da una fontana del Bernini.

Info
Data – 9/10 maggio
Località – Nepi – Viterbo
 – i
info@fuoriporta.org

 

[form_mailup5q]

È SUCCESSO OGGI...