Disturbatore tv tenta il suicidio su Facebook e si filma con la webcam

Da un anno ai domiciliari Gabriele Paolini ha tentato il gesto eclatante annunciandolo con post sul social network

0
483

Un post lungo e sofferto su Facebook. Un annuncio di volerla fare finita dopo aver scoperto l’amore. Un accorato saluto con l’augurio, nell’aldilà, di poter incontrare grandi personaggi del cinema e intervistare addirittura Pier Paolo Pasolini.

DISTURBATORE TIVU’ – Così il noto disturbatore tv Gabriele Paolini ha annunciato sabato sera il suo suicidio (tentato ma non riuscito, poi). Subito dopo, nel chiuso del bagno della sua casa, dove era agli arresti domiciliari da un anno (proprio ieri) ha acceso una telecamera e ha cominciato a riprendersi mentre assumeva forti dosi di medicinali ansiolitici, come Depakin e Stilnox. Costretto in casa con un braccialetto elettronico dopo le accuse di induzione e sfruttamento della prostituzione minorile e pedopornografia, Gabriele Paolini è stato trovato così nella notte e portato in ospedale dopo un intervento delle forze dell’ordine.

NESSUN PERICOLO DI VITA – L’uomo, 42 anni, non sarebbe in pericolo di vita. Agli agenti intervenuti nella sua abitazione avrebbe raccontato di aver commesso il gesto per amore di un ragazzo, Daniel, e di essere innocente per quanto a lui finora attribuito. Per lui le porte del processo si apriranno il prossimo 7 gennaio.

[form_mailup5q]

È SUCCESSO OGGI...