Terrorismo, contro Isis Roma manda quattro Tornado

L'annuncio dei giorni scorsi del Capo di Stato maggiore della Difesa e la conferma del ministro Pinotti in un'intervista

0
532

E’ stata una sequenza di dichiarazioni quella che conferma un rafforzamento della partecipazione italiana alla lotta contro il califfato islamico dell’Isis. Con un annuncio arrivato venerdì scorso dal capo di stato maggiore della Difesa e confermato dalla ministro della Difesa Pinotti in un’intervista alla Stampa, è ormai certo che entro i prossimi giorni quattro aerei da guerra Tornado italiani partiranno dalla base di Ghedi, in Friuli Venezia Giulia per il Medio Oriente.

RAFFORZAMENTO ITALIANO – Il maggiore impegno italiano arriva in una fase decisiva dell’intervento occidentale nella zona Tra Irq, Siria e Turchia, dopo che i bombardamenti effettuati finora dagli americani non hanno mostrato un’efficacia significativa nella lotta all’avanzata degli uomini neri dell’Isis. Gli aerei italiani, probabilmente quattro Tornado del sesto stormo, faranno base in Kuewait e non dovrebbero modificare il livello della partecipazione italiana essendo aerei dedicati al solo sorvolo del territorio e ricognizione avanzata e non saranno armati.

NESSUN CAMBIAMENTO – L’invio dei mezzi è previsto per la fine del mese di novembre. La mancanza di mezzi aerei da parte dell’Isis garantisce che i nostri velivoli non potranno essere presi di mira da aerei nemici dal cielo.

[form_mailup5q]

È SUCCESSO OGGI...