Sandra Milo amarcord: una vita tra drammi e miracoli. E ora un film sull’Alzheimer

La lunga carriera della "Sandrocchia" di Fellini: cinema, teatro e conduttrice in tv. L'attrice ha festeggiato a marzo 82 anni

0
2675
sandra-milo-drammi-miracoli

Bella lo è sempre stata, soprattutto da giovane ma anche ora che tanti anni sono passati, Sandra Milo conserva un fascino tutto personale: il sorriso, quella voce che forse in pochi amano, un po’ da ingenua e un po’ troppo squillante, ma gli uomini ricordano sicuramente le sue curve generose. Una vita la sua fatta di grandi successi, di grossi drammi e anche di qualche miracolo. Tutte cose che lei anche a distanza di anni non smette di raccontare.

CARRIERA – Nome vero Salvatrice Elena Greco nata a Tunisi (ma vive a Roma da anni) nel 1933. E già Sandra Milo ha già compiuto a marzo 82 anni. È stata tra le attrici protagoniste degli anni ’60 in film memorabili come 8 e mezzo di Fellini, che vinse l’Oscar, Giulietta degli spiriti, Il generale della Rovere di Rossellini, Fantasmi a Roma di Pietrangeli, recitando con De Sica, Eduardo De Filippo, Gassman, Mastroianni, dopo l’esordio con Sordi. Ma sarebbe davvero un lungo elenco parlare di tutti i film che ha fatto fino a quest’anno, ha vinto anche due nastri d’argento. Sandra Milo è sempre stata molto impegnata a teatro (è andata in scena con diversi spettacoli fino al 2012) e poi in tv con programmi come Mixer, Piccoli Fans, Cari genitori, passando dalla Rai a Mediaset. E a breve reciterà in un film che parla dell’Alzheimer.

VITA PERSONALE – Si sposa giovanissima con un marchse, ma perde il bimbo che aspetta (nascita prematura). Poi dopo un flop cinematografico e tante critiche, la Milo ha una relazione clandestina di 17 anni con Fellini che la chiama affettuosamente “Sandrocchia”. Dopo l’annullamento del primo matrimonio, si risposa con Moris Ergas e ha una bimba (Deborah), mentre dalla successiva relazione con Ottavio De Lollis nascono Ciro e Azzurra. Per la famiglia mette da parte il cinema, per tornare poi in tv negli anni ’80, stesso periodo in cui la sua amicizia con Craxi si trasforma in un nuovo amore.

DRAMMI – Solo nel 2014 l’attrice ha deciso di rendere pubblico un fatto che ha gravemente condizionato la sua vita. Ovvero una violenza subita nell’81 sul treno che da Roma la portava a Torino per un impegno di lavoro. Rimpiange il fatto di non aver denunciato allora l’accaduto, la violenza fisica e morale subita.

Negli anni ’90 fu vittima anche di un brutto scherzo durante la trasmissione “L’amore è una cosa meravigliosa” su Rai 2, in cui la conduttrice ricevette in diretta una telefonata anonima che l’avvisava di un brutto incidente accaduto al figlio Ciro, e che il ragazzo era ricoverato in gravi condizioni all’ospedale. Lacrime e grida della conduttrice che hanno fatto per anni il giro delle varie trasmissioni.

MIRACOLI – È stato riconosciuto dalla Chiesa un miracolo che riguarda la figlia di Sandra Milo. L’attrice aveva dato alla luce Azzurra, ma i medici dichiararono la piccola morta alla nascita perchè il suo cuore non batteva. La Milo ha raccontato al settimanale Grand Hotel, che intervenne una suora che prese la neonata e la portò nella chiesa dell’ospedale e pregando la Madonna cominciò a massaggiare il cuoricino della piccola, che inspiegabilmente cominciò a battere. Un miracolo riconosciuto dopo tanto tempo e testimonianze, e che ha portato alla canonizzazione della suora.

Sandra Milo, poi nel 1985, uscì viva dal terribile attentato terroristico a Fiumicino, dove al check in dell’aeroporto ci fu una sparatoria con 13 vittime.

 

[form_mailup5q lista=”maledetta tv”]