Roma, alimenti privi della prescritta tracciabilità: attività sequestrata

0
594

Un egiziano di 31 anni denunciato per frode nell’esercizio del commercio ed impiego di manodopera clandestina; 14.997 euro di sanzioni amministrative elevate, una attività commerciale posta sotto sequestro, per assenza, su 10 kg di alimenti rinvenuti, della documentazione relativa alla provenienza e alla tracciabilità obbligatori per legge, 40 veicoli e 68 persone controllate.

È questo il bilancio del controllo del territorio realizzato, in collaborazione fra il personale del commissariato Flaminio, della Divisione Amministrativa della Questura di Roma, del Reparto Prevenzione Crimine Lazio e delle Asl, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio predisposti, con ordinanza, dal Questore Guido Marino.

Per la mancanza di contratto di alcuni lavoratori, nelle due attività commerciali, è stata poi fatta una  proposta, all’Ispettorato del Lavoro, di chiusura.

È SUCCESSO OGGI...