Primarie Pd, file interminabili nei gazebo della capitale. Il popolo dem risponde all’appello

0
329

Primarie Pd, file interminabili in tutti i gazebo di Roma. Siamo a piazza Zama (nella foto), dove la coda è interminabile.

Più di 2000 persone (il dato è delle ore 13) si sono recate ai gazebo per votare alle primarie Pd nei comuni di Pomezia, Ardea, Anzio e Nettuno.

Un grande successo di partecipazione. Lo affermano i consiglieri comunali di Pomezia, Stefano Mengozzi e Omero Schiumarini ed il consigliere comunale di Ardea Alessandro Mari. “Il segno di una grande voglia di cambiamento. Un voto contro il governo giallo-verde e per i valori democratici”, dicono i tre consiglieri comunali.

“Sono cambiati molto i tempi e i rapporti di forza. Credo che un milione sarebbe un ottimo risultato”. È l’analisi di Romano Prodi, a proposito dell’affluenza alle primarie del Pd.

L’ex premier ne ha parlato mentre era in coda al seggio di Bologna dove si è recato a votare. “Mi arrivano buone indicazioni”, ha detto, senza rinunciare, però, alla proverbiale prudenza.

“Aspettiamo stasera”. E alla domanda se il Pd e la sinistra sono ancora vivi, ha aggiunto: “Stasera vediamo a quale livello di vitalità sono, decideranno le prossime ore”.

“La risposta dei nostri militanti e degli elettori di centrosinistra, le file ai gazebo, i seggi pieni sono un bel segnale di partecipazione, suepereremo facilmente il milione. Una bella festa di democrazia. Il Pd sta dimostrando di essere vivo, pronto a rappresentare l’alternativa a questo governo. Buone primarie a tutti e buona domenica!”. Così afferma – si spiega in una nota – Francesco Boccia, deputato PD, votando al seggio di Bisceglie per le primarie del Partito Democratico.

“Bella giornata. Mi pare che da tutta Italia arriva la notizia che molta gente sta andando a votare e come ho già detto ieri penso che questo non sia solo un voto per il futuro del Partito democratico ma sarà un voto per il futuro del Paese”. Così Roberto Giachetti, candidato alla segreteria del Pd, ai microfoni di Sky Tg 24, dopo aver votato per le primarie. “Spero -aggiunge- che l’epoca nella quale si fa la guerriglia a chi ha vinto sia definitivamente alle nostre spalle, anche perché se no chiudiamo il Partito democratico”.

“Un grande grazie a tutte le volontarie e a tutti i volontari che oggi ci danno una mano a concretizzare questa straordinaria giornata di democrazia. Sono emozionato perchè penso che quando migliaia e migliaia di persone partecipano insieme a una giornata come questa ci sia solo da dire grazie ai tanti elettori che si mobiliteranno. Serve una riscossa democratica e penso che oggi questa riscossa possa partire”. Lo ha detto Maurizio Martina arrivando al seggio a Bergamo per le primarie del Pd. “Per me l’imperativo dell’unità – ha aggiunto – rimane una questione fondamentale per noi, noi possiamo essere un’alternativa a questa destra pericolosa che sta governando il paese rimanendo uniti e aprendoci. Continuerò a insistere anche oltre la giornata di oggi perchè l’unità dei democratici sia la questione fondamentale per essere alternativi a questa destra”.

“Sono contento di queste lunghe file in tutti i combini, è una risposta meravigliosa. Io avevo chiesto fiducia e passione per cambiare. Mi pare che questo messaggio sia arrivato. Ora tocca a noi non tradire la fiducia degli italiani e se tocchera’ a me giuro che non la tradirò mai”. Così Nicola Zingaretti, candidato alle primarie del Pd, ai microfoni di Sky Tg24, dopo aver votato al gazebo di piazza Mazzini. “Credo che sia il tempo di ricostruire e il tempo di cambiare”, sottolinea.

“Sono stato a votare alle Primarie Pd. Un grande festival della democrazia. Una bella giornata per chi crede nella politica”. Così sul suo profilo Facebook l’ex leader del Partito democratico, Matteo Renzi.

È SUCCESSO OGGI...