In tv e sul web, Sanremo vince dappertutto: Conti verso la riconferma?

Il conduttore ha sbancato il casinò con risultati fantastici: 49,50% di share, cioè 10milioni e 586 di ascolto. Un successo strabiliante

0
432
Sanremo Tv Web Conti

Se Fazio nella precedente edizione del festival di Sanremo aveva racimolato nella terza puntata 7 milioni e 673 mila spettatori con uno share del 34,94 % di share, Carlo Conti ha sbancato il casinò di Sanremo con risultati fantastici: 49,50% di share  con 10milioni e 586 di ascolto. Un successo strabiliante.

NON SOLO TRADIZIONE – Tutti gli osservatori hanno considerato questo Festival di Sanremo all’insegna del passato, della tradizione, con la certezza che Carlo Conti avesse aumentato l’ascolto solo raggruppando tutto il pubblico anziano d’Italia. Invece, udite, udite, soprattutto nelle fasce di seconda serata, rispetto a Fazio conduttore dell’edizione 2014, si nota un notevole abbassamento dell’età media che passa dai quasi 54 anni dello scorso anno ai 51. E la novità piuttosto sorprendente é che nella fascia tanto ricercata dai pubblicitari, quella  tra i 15 e i 24 anni, c’è stato un accrescimento sopra il 20% di share! Quindi non solo Conti ha mantenuto la classica presenza degli ultrasessantenni di Raiuno, ma ha fatto il miracolo di accrescerli aggregando il pubblico più giovane. Il bello è che Carlo ha dato lo schiaffo definitivo al supponente Fazio (che pensa che tutta la cultura italiana passi attraverso la sua scrivania) aumentando l’ascolto nel target con un’istruzione di media superiore, insomma tutti “digeriscono” il presentatore toscano, anche le persone che dovrebbero schizzarlo con il classico distacco intellettuale.  Altri dati confermano come Carlo Conti sia un fenomeno da valutare con attenzione, troppo facile liquidarlo con l’aggettivo: vecchio.

IL TRIONFO ANCHE SUL WEB – Sul web e sui social network il Festival ha sbancato con dei numeri che si sono avvicinati all’aumento dell’80% rispetto all’edizione di Fabio Fazio. Carlo Conti è diventato il re della tv generalista, ha fatto felici gli investitori pubblicitari, gli spettatori, ha aggregato i giovani, ha lanciato nel futuro Raiuno. E’ chiaro che solo lui potrà essere il conduttore della prossima edizione. Sempre che il direttore Giancarlo Leone in Presta sia d’accordo. Non dimentichiamoci che ci potrebbe essere in agguato la coppia Paola Perego e Pino Insegno per l’edizione 2016, (anche perché pare che Domenica in sarà definitivamente chiusa). Continua.

[form_mailup5q lista=”maledetta tv”]