Roma, incendio a San Basilio. Anziana salva per miracolo

Un poliziotto ricoverato in codice rosso per eccessiva inalazione di fumo. Cause da accertare

0
281
Foto archivio

Poteva assumere proporzioni ben diverse quanto accaduto ieri pomeriggio in uno stabile di via Casape, nella zona di San Basilio a Roma. Intorno alle ore 17.30 alcuni condomini di una casa vicina hanno chiamato la polizia per segnalare un incendio che si era sviluppato al primo piano del civico 10.

IL FATTO – Immediato l’arrivo delle forze dell’ordine che hanno notato delle persone in difficoltà all’interno del palazzo. Gli agenti a quel punto, dopo aver tranquillizzato le vittime del rogo, sono entrati nell’edificio e, coprendosi il viso con le divise per proteggersi dalla coltre di fumo che andava aumentando, hanno perlustrato tutti i piani dello stabile per verificare se in altri appartamenti ci fossero ancora delle persone rimaste intrappolate o in difficoltà. Sono poi arrivati arrivati i pompieri che hanno portato a termine le operazioni di salvataggio. A quel punto   i poliziotti hanno udito una richiesta di aiuto provenire da un altro appartamento dello stesso stabile..

L’ULTIMA VITTIMA – Gli agenti hanno risalito le scale ormai sature di fumo e, individuata l’abitazione, hanno detto alla donna di avvicinarsi all’uscita. Quando però hanno capito che si trattava di un’ anziana disabile con problemi di deambulazione, sono entrati nella casa assieme ad un vigile del fuoco munito di autorespiratore,  presa di peso la donna e portata in salvo. L’operazione ovviamente, ha fatto si che gli agenti inalassero una notevole quantità di fumo. Tre poliziotti infatti, una volta terminate le operazioni di salvataggio, sono dovuti ricorrere alle cure dei sanitari ed uno di loro è stato soccorso in codice rosso. L’anziana invece, 80anni compiuti,  medicata sul posto da personale medico del 118, è stata affidata ad alcuni familiari.

[form_mailup5q lista=”newsletter generale”]

È SUCCESSO OGGI...